Virtus Segafredo-Lokomotiv Kuban Krasnodar, le parole di coach Djordjevic alla viglia del match di Eurocup: "Nutriamo grande rispetto nei confronti del Lokomotiv Kuban, speriamo che questa non sia l' ultima partita davanti ai nostri tifosi"

Scritto da  Ott 06, 2020

 

 

La Virtus Segafredo, dopo il successo in campionato ottenuto a Brescia, torna a giocare un match fondamentale in Eurocup. Le V nere infatti, affronteranno il Lokomotiv Kuban Krasnodar, squadra con grande esperienza in Eurocup, che punta ad arrivare fino in fondo. Ecco le parole del coach bianconero alla vigilia della partita: 

 

“Da una decina di anni a questa parte, il Lokomotiv è una delle squadre pretendenti a vincere l’ Eurocup, spesso negli ultimi anni ha partecipato anche all’ Eurolega. La squadra Russa ha un pedigree molto importante, una grandissima organizzazione e un impianto nuovo costruito recentemente. E’ sicuramente uno degli avversari più tosti del girone. Il Lokomotiv ha giocatori di spessore come Mantas Kalnietis, Mindausgas Kuzminskas, con un ottimo pacchetto di americani, Crowford in primis ed è allenata da un grande coach come Evgenij Pasutin. Sono una squadra davvero ben fatta. Dovremo essere pronti fin da subito a rispondere alla loro fisicità. L’ altra sera hanno fatto un’ ottima gara per 30’ contro una squadra del calibro del Cska, perciò dovremmo essere molto cauti, dovremo usare le nostre armi e giocare in velocità. Avremo bisogno di canestri in contropiede in modo da trovare facili lay up. Ci sono problematiche fisiche ma allo stesso tempo dei miglioramenti. Domani si cercherà il risultato che ovviamente non è mai in secondo piano.”

 

Per quanto riguarda le condizioni di Alessandro Pajola il coach ha dichiarato che: 

“Oggi con certezza sapremo la previsione, secondo me starà fuori almeno due settimane, questo mi dispiace molto perché è in un buon momento, consapevole dei suoi mezzi. Per noi è molto importante. Bisogna sempre farsi trovare pronti come dicono i Miami Heat “Next man up”.

 

Sulla vittoria a Brescia: 

“Per noi il lato più scintillante è che non vogliamo perdere, è stata una partita difficilissima, preparata in solo due giorni a causa dei viaggi. Avere tempo per recuperare è importantissimo. Ogni giorno lavoriamo anche con i video e abbiamo totale disponibilità da parte di tutti.

 

Per quanto riguarda Adams:

 “Sarà il Next man up insieme Teo, potrebbe infatti passare più tempo ad organizzare e fare playmaking.

 

Su Tessitori, dove deve migliorare di più?: 

“Nei tiri liberi. Ho detto a Gamble di insegnargli, non sto scherzando. Scherzi a parte, lui ha fatto un grandissimo lavoro su se stesso, il che è un obbligo per giocatori di questo livello, non ha staccato la spina questa estate ed è arrivato al raduno già preparato ed allenato. E’ partito da li, si sta inserendo e sta dando una buona mano ma questo me lo aspettavo.

 

Riguardo alla mentalità simile all’ anno scorso:

 “Poco a poco stanno iniziando a capirla tutti, si è cercato di trasferirla, questo è un punto molto importante nel lavoro del coach. L’ obiettivo che mi sono prefissato è di allungare il buon gioco su più minuti possibili dei 40’ a disposizione. All’ inizio come ho già detto ci piacevamo troppo ed è comprensibile che tanti giocatori giocassero per i propri criteri personali. 

 

Sul rischio che quella di domani sia l’ ultima partita con la presenza dei tifosi: 

“ Spero assolutamente di no, perché è molto importante andare avanti e non tornare indietro. Siamo consapevoli, responsabili e cauti, sia i giocatori sia gli allenatori che i tifosi. Il pubblico è molto importante, gli urli e gli incitamenti ti danno la sensazione di essere speciale e ho già ringraziato ognuno degli spettatori venuti al palazzo. Spero che si capisca che lo sport non è un pericolo per i nuovi contagi. I rischi, rispettando le regole, sono i minimi. 

 

“Ci sono sbalzi di forma che possono influenzare il gioco, questa non è una scusa ma è un dato di fatto. Sono arrivati prima del solito visto il lavoro che è stato fatto per prepararsi per la Supercoppa. Inizialmente i ragazzi dopo 20’ di allenamento non si reggevano più in piedi. Del resto non è stato facile, non era una cosa che si sarebbe potuta prevedere”.

 

 

La palla a due sarà mercoledì 7 Ottobre alle ore 20:30 alla Virtus Segafredo Arena. La diretta sarà trasmessa in streaming sulla pagina Facebook della Virtus Segafredo Bologna.

Ultima modifica il Martedì, 06 Ottobre 2020 17:08