A.J. Pacher contro Brandon Sherrod A.J. Pacher contro Brandon Sherrod Emanuele Malaguti

Sprofondo biancorosso: alla Baltur Arena comanda Ferrara, 71-89 il risultato finale

Scritto da  Ott 11, 2020

TRAMEC CENTO-TOP SECRET BASKET FERRARA 71-89 (16-22; 32-47; 47-69)

Tramec Cento: Saladini 4, Fallucca 7, Rayner NE, Roncarati NE, Ranuzzi 14, Berti 2, Leonzio 3, Petrovic 4, Gasparin 13, Moreno 12, Sherrod 12, Negri. All. Matteo Mecacci

Top Secret Basket Ferrara: Pacher 26, Vencato 2, Petrolati, Fantoni 8, Baldassarre 16, Ugolini, Zampini 5, Panni 10, Hasbrouck 6, Ebeling 16, Filoni, Manfrini. All. Spiro Leka.

Tiri liberi: CE 13/19; FE 18/23.

Rimbalzi: CE 35; FE 31.

Falli: CE 18; FE 22.

Tiri da 2: CE 20/34; FE 22/32.

Tiri da 3: CE 6/30; FE 9/22.

 

QUINTETTI INIZIALI

Tramec Cento: Moreno, Fallucca, Gasparin, Petrovic, Sherrod.

Top Secret Basket Ferrara: Vencato, Hasbrouck, Ebeling, Baldassarre, Pacher.

 

Un oceano di ostacoli insormontabili dopo, ci siamo: la prima palla a due ufficiale della Benedetto XIV è nella Supercoppa Centenario contro gli storici rivali del Kleb Basket Ferrara.

Archiviata la vittoria in amichevole di mercoledì contro il Bologna Basket 2016, i biancorossi cercano conferme nella sfida contro gli estensi. Definita da Mecacci in settimana “una sfida bugiarda”, la contesa tra estensi e centesi mette in campo due formazioni dalle ambizioni totalmente opposte: mentre i primi punteranno alla conquista della permanenza nella categoria, i biancazzurri tenteranno l’assalto alle prime posizioni del campionato, forti di un’amalgama già consolidata e di un organico potenziato ulteriormente rispetto all’anno passato.

Gli albori della gara sono all’insegna di Hasbrouck e Ebeling: sono loro i primi punti ospiti dell’incontro che, nonostante i due canestri di Gasparin e Sherrod, scivolano a -8 con la tripla di Pacher. Time out obbligato per i padroni di casa per evitare la deriva, dando il là ad una lenta ma costante rimonta. Il Kleb si rivela per la sua fisicità coriaceo avversario sotto le plance, concedendo poco in difesa e trovando di fatto anche sul fronte offensivo numerose soddisfazioni dalle mani dei propri lunghi. Sherrod trova la via del canestro in due occasioni consecutive, ma è il capitano Ranuzzi che chiude sensibilmente la forbice del distacco in penetrazione, costringendo Leka a chiamare minuto sul -4 interno. In uscita dal time out trova i due punti solo Fantoni che, a quasi due minuti dalla fine del quarto, realizza l’unico canestro tra le due squadre.

In apertura della seconda frazione la partita balla sulla doppia cifra di distanza tra i due schieramenti: Fantoni sblocca il tabellone luminoso, Gasparin e Ranuzzi rispondono, ma Ebeling e Zampini si rivelano sentenze in transizione, costringendo Mecacci al colloquio con i suoi. Scivola in fondo al crepaccio Cento, incapace di rispondere al bombardamento estense che, con Vencato, Baldassarre e Pacher vola fino al +18. Prova a ribattere la Tramec pronta alla replica con Ranuzzi, ma Pacher si impone con Baldassarre sotto i tabelloni e si va all’intervallo sul punteggio di 32-47.

Non si accontenta il Kleb Basket e, al momento di scendere nuovamente sul parquet, ammazza la gara: il capitano biancazzurro apre le danze, ma sono Baldassarre e Ebeling a far sprofondare definitivamente le ambizioni casalinghe con due triple consecutive. Più venti esterno che arriva dalla linea della carità con un due su due di “Tatu”, con Ferrara in pieno controllo del match. Prove tecniche di rimonta centese con due triple back-to-back di Ranuzzi e Moreno, ma Pacher e Zampini dalla lunga distanza respingono gli assalti biancorossi.

Si segna alla spicciolata prima della terza sirena e, all’ultimo giro di boa, è 47-69 per il Kleb. Forte del largo vantaggio, Ferrara abbassa leggermente la guardia e Cento ne approfitta mettendo a segno un parziale di 9-2 a metà quarto. Troppa roba però i biancazzurri per la Tramec: con il minimo sforzo gli ospiti mandano a segno Pacher e Panni, chiudendo alla quarta sirena la contesa sul 71-89.

Sfida con qualche buono spunto da ambo le parti per dieci minuti, salvo poi vedere Ferrara prendere il largo ampiamente grazie alle rotazioni più lunghe ed alla maggior qualità tecnica. Bene Ranuzzi e Gasparin, top scorer per Cento, meno bene Moreno che nonostante i 12 punti complessivi ha faticato spesso in fase d’impostazione e di finalizzazione.

Per gli ospiti prova positiva di Baldassarre, autore di 16 punti, seguito a ruota da Pacher, MVP della sfida con 26 punti e 12 rimbalzi alla sirena finale.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..