Da sinistra Tom McMillen, Peterson e John McMillen Da sinistra Tom McMillen, Peterson e John McMillen Foto Virtuspedia

46 anni fa l'esordio di Tom McMillen...allenato dal cugino

Scritto da  Ott 13, 2020

È il 13 ottobre 1974. Esordio in campionato per la Virtus Sinudyne contro la Reyer Canon Venezia. La Virtus presenta il nuovo asso Tom McMillen, uscito dal college americano e che farà il pendolare con l'università di Oxford. Il suo arrivo al posto dell'amatissimo Fultz è la grande novità della stagione per la Sinudyne, che nell'annata precedente ha vinto la Coppa Italia, riconquistando un trofeo diciotto anni dopo lo scudetto del 1956. Confermato anche l'allenatore, Dan Peterson, che, però non può sedere in panchina: informazioni passate ai professionisti americani gli sono costate venti giorni di squalifica. Al suo posto il fidato vice John McMillen, cugino di Tom. Dan è seduto vicino alla panchina intento a cercare di dare comunque qualche direttiva. Il pubblico bolognese ha già avuto modo di ammirare il nuovo giocatore americano nel secondo Trofeo Battilani, ma chiaramente l'attesa per il debutto in campionato è grande. Tom comincia con quattro errori al tiro, poi si riprende giocando per la squadra e raddrizzando la mira e alla fine metterà a segno 37 punti, quasi equamente divisi tra i due tempi, 18 nel primo tempo e 19 nel secondo, con anche 15 rimbalzi. Il primo tempo viaggia sul filo dell'equilibrio: 6 a 6 al quarto minuto, pari anche a metà tempo e all'intervallo, 40 a 40. Nella ripresa la Reyer presenta il zoppicante Carraro, tenuto a riposo nei primi venti minuti. Anche la prima metà del secondo tempo continua sulla stessa falsariga, poi Bufalini, l'arcigno marcatore di McMillen commette il quinto fallo e Christian (21 punti e 12 rimbalzi), un lungo di 2,13 metri ne ha quattro a suo carico. Così i lunghi bianconeri, McMillen e Serafini (15 punti) hanno gioco facile, Carraro è chiaramente menomato e Christian fallisce cinque tiri consecutivi, così la Sinudyne prende il largo e vince 82-68. Da segnalare nella Virtus anche i 18 punti di Antonelli, mentre nei veneziani ha brillato Gorghetto (20 punti). Gli altri punti della Sinudyne sono di Bertolotti (8) e Albonico (4). Bolognesi leggermente migliori in tutte le voci principali: 49% contro 45% al tiro, 80% rispetto al 67% ai liberi e 38 a 36 nel conto dei rimbalzi.

Il Tabellino:

Virtus - Albonico 4, Antonelli 18, T. Mc Millen 37, Serafini 15, Bertolotti 8, Violante, Cantamessi, Benelli, Bonamico,  Tommasini.

Reyer - Milani 5, Christian 21, Bufalini 6, Spillare 6, Gorghetto 20, Medeot 4, Carraro 3, Barbazza 2, Frezza, Rigo.

Nonostante l'andirivieni con Oxford, Tom non saltò neppure una gara di quella stagione: 40 partite di campionato con 1221 punti (30,53 di media) e 8 di Coppa delle Coppe con 216 punti. In totale è sceso in campo 48 volte segnando 1437 punti (29,94 la media).