Stampa questa pagina
Virtus Segafredo-Reggio Emilia, le parole di Djordjevic alla vigilia del match: "Tutti devono avere fame e voglia di affrontare al meglio ogni partita" Foto Virtus Pallacanestro

Virtus Segafredo-Reggio Emilia, le parole di Djordjevic alla vigilia del match: "Tutti devono avere fame e voglia di affrontare al meglio ogni partita"

Scritto da  Ott 17, 2020

Partita molto importante per le Vu nere che domani, alle ore 17.00, ospitano alla Segafredo Arena la Pallacanestro Reggiana, squadra che la Virtus conosce bene avendola affrontata già due volte in Supercoppa che ha fatto soffrire e non poco la Segafredo che, però, alla fine è sempre riuscita ad avere la meglio. L’obiettivo di Teodosic e compagni è quello di confermare quanto di buono si è visto nella sfida di EuroCup giocata ad Andorra. Vediamo cosa ha detto coach Sasha Djordjevic alla vigilia di questa partita:

“Ci aspetta un avversario tosto che sa come prepararsi alle partite. Li conosciamo bene, dobbiamo essere pronti a scendere in campo con grinta e cattiveria per riuscire a portare a casa i due punti. Ci siamo allenati molto sulla durezza, c’è stato qualche acciacco ma tutto nella normalità. Pajola ancora non è tornato in squadra, vedremo se riusciremo a recuperarlo o meno per l'incontro di domani”.

La vittoria di Andorra è arrivata in maniera differente perchè la Virtus aveva vinto la partita già nella prima parte del match. C’è stata una evoluzione in positivo? Il fatto di avere diversi protagonisti durante i match, poi, è qualcosa che cerchi?

“Vogliamo avere tutti i giocatori al massimo della forma fisica. Adams si è messo in mostra e adesso sarà la volta di qualcun altro. Stiamo piano piano recuperando la forma fisica migliore per poter giocare con continuità ad alta intensità, a volte ci siamo riusciti e altre volte no ma questo è un processo lungo su cui bisogna lavorare nel tempo. Più i giocatori hanno la mente libera e meglio è, sono stato a cena con Adams per cercare di rassicurarlo e tranquillizzarlo in modo da fargli capire la grande  fiducia che abbiamo in lui. La squadra non può dipendere da un solo giocatore, tutti devono avere fame e voglia di affrontare al meglio ogni partita”.

Un parere su Alibegovic?

“E' un ragazzo con grande coraggio e grande forza. Ha un fisico micidiale ma deve ancora capire come usarlo al meglio. Deve imparare a leggere meglio la pallacanestro ma questo aspetto si migliora solo con l’esperienza maturata nel corso delle partite”.

 

Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.