In piedi: Marinelli, Dino Zucchi, Setti, Ferriani, Rinaldi, Bendandi. In ginocchio:  Rapini, Bersani, Ranuzzi, Carlo Negroni In piedi: Marinelli, Dino Zucchi, Setti, Ferriani, Rinaldi, Bendandi. In ginocchio: Rapini, Bersani, Ranuzzi, Carlo Negroni Foto Virtuspedia

L'impresa della Virtus a Gradisca d'Isonzo contro l'Itala di Achille Canna 71 anni fa

Scritto da  Ott 23, 2020

Terza giornata del campionato 1949/50, si gioca il 23 ottobre 1949. A Gradisca d'Isonzo s'incontrano Itala Gradisca e Virtus Bologna. I bolognesi, che si sono aggiudicati gli ultimi quattro campionati, sono reduci da due successi, a Napoli e contro la Ginnastica Triestina. La partita nella città friulana è ricca di emozioni e quando, a cinque minuti dalla fine, i bolognesi, partiti per la trasferta con nove uomini, restano in quattro giocatori, con i padroni di casa in vantaggio per 40 a 39, la gara sembra sfuggire di mano alle V nere. Qui sale però in cattedra Renzo Ranuzzi, che non solo annulla il vantaggio della squadra locale per ben tre volte, ma dà anche la vittoria alla Virtus, 43 a 45. Ranuzzi va sicuramente considerato come l'elemento decisivo per la vittoria dei bianconeri, autore di ben sedici punti. Un altro protagonista dell'incontro è Rapini, che ne mette a segno dodici. Nella squadra ospitante spiccano i diciannove punti di Miliani. Tantissimi i falli fischiati dagli arbitri Follati di Livorno e Brighi di Monfalcone, tuttavia la partita è rimasta veloce e corretta, anche se molto combattuta.

Il Tabellino

Itala Gradisca: Marizza, Miliani 19, Zimolo 9, Zumin 6, Canna, Zia, Pellarini, Brumat, Raza 9, Macoratti.

Virtus Bologna: Bendandi 4, Ferriani, Dario Zucchi, Dino Zucchi 6, Carlo Negroni 4, Ranuzzi 16, Setti, Rapini 12, Rinaldi 3.