Che cosa pensano i tifosi virtussini del derby a porte chiuse ?

Scritto da  Nov 18, 2020

 

 

Ormai il derby numero 109 di Basket City è alle porte, è infatti in programma nella giornata di Domenica 22 Novembre 2020 alle 18:30 all’ Unipol Arena di Casalecchio di Reno. Tra i tifosi di sponda virtussina ci sono pensieri di vario genere per questo derby “anomalo”. Infatti come ormai ben sappiamo questa gara storica che vede da una parte la Virtus Segafredo Bologna e dall’ altra la Fortitudo Lavoropiù Bologna, sarà per la prima volta nella storia a porte chiuse, senza pubblico, neanche in minima parte e questo, chiaramente, ha destato pareri discordanti fra i tifosi. La maggior parte dei virtussini sta vivendo questa settimana pre derby come se fosse una partita normale, non si respira infatti a Bologna quell’ aria tipica che precede un derby, mi riferisco agli sfottò e alle battute che si fanno fra amici di fazione opposta, sembra mancare un pò dunque quel colore che ha sempre caratterizzato la partita più attesa dai bolognesi. Mancano le battutine, in gag chiaramente, che i tifosi V fanno ai tifosi della F e vice versa. Se ne parla anche poco in città, solitamente le settimane prima di questa gara, sono piene di chiacchere, di voci, insomma tutto il capoluogo quasi si ferma attendendo con ansia il fatidico giorno della gara, anche fra chi di solito non segue la pallacanestro. Molti speravano anche nel rinvio della partita da parte della LBA, poiché un derby di Bologna senza il pubblico perde la sua bellezza, alcuni lo hanno addirittura definito come un “non derby” ma come una partita come tante altre, in quanto mancheranno le coreografie, i colori, i cori e gli sfottò. Dunque per tanti mancherà il calore dei tifosi, che di fatto, ha sempre fatto la differenza nella massima sfida cestista bolognese ed è sempre stato fondamentale ed imprescindibile. Tanti si pongono quesiti anche su cosa possano pensare i giocatori, coloro che di fatto scenderanno in campo Domenica, alcuni hanno già giocato dei derby ma tanti altri no. Sicuramente i veterani di questa partita cercheranno di spiegare ai nuovi acquisti la valenza e l’ importanza di questa gara, ma poi chi scenderà in campo non potrà sentire l’ atmosfera unica che gli atleti in campo hanno sempre detto di provare e percepire, basti pensare anche alla scelta di Eurosport, che ha deciso di trasmettere in chiaro nel palinsesto, salvo nuove disposizioni legate al Covid19, la gara fra Olimpia Milano e Umana Reyer Venezia, che sarà in contemporanea, proprio, si vocifera a causa della mancanza di pubblico che di fatto fa perdere gran parte del fascino alla gara stessa. Dunque il derby numero 109 sarà strano, diverso e non ci saranno i soliti novemila tifosi a cantare né  due ore prima della partita fuori dal palazzo né sugli spalti.

Ultima modifica il Mercoledì, 18 Novembre 2020 14:26