Il Resto del Carlino - Fortitudo, ogni valutazione è rimandata al 6 dicembre

Scritto da  Nov 24, 2020

Fin qui, il cammino in campionato della Fortitudo non ha portato buoni risultati: una vittoria su 7 match disputati, e il rischio di tornare in A2 che incombe.
Va detto anche che Sacchetti in molte occasioni non ha potuto avere a disposizione i giocatori del primo quintetto.
Forse è questo il motivo per cui, al termine del derby perso in casa con la Virtus, la società biancoblù ha deciso di rinviare ogni decisione al 6 dicembre, giorno della partita di Brescia.

In caso di sconfitta anche il 6 dicembre, è probabile che a farne le spese possa essere l'allenatore.
Anche se la società non ritiene nessuno esente da colpe, i giocatori dovranno riflettere, ognuno sui propri errori.

Ad ogni modo, importante è stata la scelta di confermare Marco Cusin.
Totè ha un po' deluso le aspettative, motivo per cui continuerà a giocare nella Fortitudo.
Lui e Mancinelli sono visti come ottimi cambi di Happ e Whiters.
Le valutazioni non sono finte, ma alcune dovranno essere rimandate, ad esempio quando tornerà disponibile Fantinelli.

Certo, è assai difficile quando una squadra deve giocare senza il suo playmaker titolare, specialmente se si tratta di costruire il gioco sulle individualità.

Domani la Effe riprenderà gli allenamenti in palestra, senza però Sacchetti, che sarà impegnato in azzurro.

Comunque, per la partita del 6 dicembre si spera e si pensa di poter recuperare Pietro Aradori.

(Fonte: Il Resto del Carlino - Massimo Scelleri)

 

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.