La Reyer Venezia stravince il big match contro la Virtus femminile

Scritto da  Dic 30, 2020

Umana Reyer Venezia- Virtus Segafredo Bologna: 90-69

(24-11; 52-27; 76-43)

 

Reyer Venezia: Bestagno 15, Carangelo 7, Pan 10, Natali, Anderson 14, Petronyte 14, Fagbenle 10, Meldere 4, Penna 14. All. Ticchi.

 

Virtus Segafredo: D’ Alie 2, Begic 4, Tassinari 8, Bishop 18, Tava 10, Bassi, Tartarini, Barberis 2, Battisodo 5, Cordisco 3, Williams 14, Rosier 3. All. Serventi.

 

 

Arbitri: Caruso, Chersicla, Castiglione.

 

 

Tiri liberi: Ve 22/25  Bo 4/5

 

Rimbalzi: Ve 50 Bo 24

 

Falli: Ve 21  Bo 21

 

Tiri da 2: Ve 31/53  Bo 22/51

 

Tiri da 3: Ve 2/13  Bo 7/18

 

 

 

La Segafredo arriva al Palasport Taliercio con l’obiettivo di battere le padrone di casa della Reyer Venezia e cercare di agguantare la prima posizione in campionato. Nei primi minuti del primo quarto le due squadre faticano a mettersi in ritmo ma poi La Reyer parte e, trascinata dalla Petronyte e dalla Penna, allunga anche in doppia cifra dominando il primo periodo che finisce sul 24-11 per l’ Umana. Nella seconda frazione di gioco le bianconere partono bene con il canestro della Tassinari ma poi Venezia ingrana la quarta e dilaga andando all’ intervallo lungo sul 52-27. Nella ripresa le cose non cambiano, la Segafredo ci provo mettendo pressione ma la bomba dall’ arco della Penna regala il massimo vantaggio alla Reyer sul +30. Il terzo quarto finisce 76-43 per l’ Umana. Nell’ ultima frazione di gioco le lagunare gestiscono il vantaggio e la gara si chiude 90-69 in favore della formazione di coach Ticchi che si conferma prima forza del campionato. 

 

 

Entrambe le formazioni partono fredde e la prima a sbloccarsi è la Reyer con l’ appoggio della Fagbenle che regala il primo vantaggio a Venezia. Ancora l’ Umana segna con la Petronyte ma la Battisodo risponde segnando una bomba importante da 3 che va bersaglio. La Barberis segna da sotto appoggiando al vetro regalando il -2 alla Virtus sul 6-5 al 4’. Elisa Penna segna una grande bomba da tre punti e la Carangelo appoggia in penetrazione facendo volare la Reyer sul +6 obbligando coach Serventi al time out. All’ uscita dal time out è ancora la Petronyte con il jumper a regalare il primo vantaggio in doppia cifra alla formazione di coach Ticchi. Un bellissimo assist della Williams fa segnare un bel canestro in sottomano ad Abby Bishop. Il primo quarto finisce sul 24-11 per la Reyer. Anche nel secondo periodo entrambe le formazioni faticano inizialmente a trovare canestro ma stavolta è la Tassinari ad appoggiare al vetro i primi due punti del secondo quarto. La super tripla della Tava regala il -8 alla Virtus sul 26-18. La Fagbenle segna con uno straordinario movimento sotto canestro il +12 al 14’. Il bell’ assist della Williams regala due punti facili alla Segafredo che però resta ampiamente sotto nel punteggio. Al 17’ la Reyer conduce sul 45-22. Al 29’ la Virtus viene doppiata. La Bishop segna dai 6.75 con un pò di orgoglio il -23. Alla sirena dell’ intervallo lungo Venezia conduce sul 52-27. Nella ripresa la Bishop parte forte appoggiando al vetro una bella penetrazione battendo dal palleggio la sua avversaria ma la Penna, con un bellissimo arresto e tiro, risponde immediatamente. Ancora Petronyte segna in cotrpiede e poi la Penna punisce dall’ arco regalando alla formazione di casa il massimo vantaggio sul +30 al 25’ obbligando Serventi ad un altro minuto di sospensione.  Al 28’ Venezia conduce sul +37. Il terzo periodo finisce con la Reyer in vantaggio di 33 punti. Nell’ ultimo periodo la Williams prova a colmare un pò il gap segnando una bella penetrazione al ferro. Anche la Bishop va a segno per il -24 al 35’. Al 38’ la Virtus è sotto di 21. Alla sirena finale il tabellone luminoso segna 90-69 in favore della Umana Reyer Venezia che ipoteca dunque il primo posto in campionato. 

 

 

La Virtus femminile tornerà in campo Domenica 3 Gennaio alla Virtus Segafredo Arena contro la Limonta Costa Masnaga, palle a due alle ore 17.