Il post partita di Cento-Pistoia Benedetto XIV

Il post partita di Cento-Pistoia

Scritto da  Feb 28, 2021

Carrea: “Vittoria fondamentale, così come era fondamentale ritrovare le nostre convinzioni e fiducia. Il momento emotivo era complesso, complimenti ai ragazzi. Nei primi due quarti abbiamo fatto una prestazione difensiva di grande livello, trovando anche la via della canestro. Cento gioca un bel basket, divertente e coinvolgente, siamo stati bravi nei momenti in cui loro stavano rientrando a respingerli indietro. La partita di Riisma, considerata l’età ed il momento complicato dei ragazzi, è stata una grande prestazione. La classifica? Ci sono ancora poche occasioni di stagione regolare per ottenere punti e, considerando anche la classifica “pazza” visti i tanti recuperi ed i problemi avuti ad inizio campionato, proveremo di ottenere il massimo dalla sfida di mercoledì contro San Severo”.

Mecacci: “Distinguiamo due cose dal principio: la voglia di vincere di Pistoia, proveniente da una serie negativa e che avrebbero fatto un’extra sforzo per portare a casa i due punti. Dall’altro lato la nostra superficialità e rilassatezza mentale ad approcciarci a questa partita, che ha vissuto di momenti in cui l’inerzia poteva cambiare. Nel terzo quarto eravamo più propositivi e connessi, con situazioni dove alcuni break di Pistoia e episodi fortunosi, hanno spezzato la nostra inerzia, consentendole di fare il break. Non siamo stati come nostro solito cinici, soprattutto difensivamente, perché non abbiamo la forza per giocare partite a 90 punti e se non difendi, questo è il risultato. Accetto la sconfitta: abbiamo giocato contro una squadra talentuosa, adesso dobbiamo fare il salto di qualità mentale perché mercoledì ospiteremo la Stella Azzurra che non ha nulla da perdere e non possiamo concedere punti sul nostro campo. Dobbiamo fare meglio, in primis il sottoscritto, ma nel momento in cui siamo chiamati a fare quel qualcosa in più ci dobbiamo provare. Il vero rammarico della partita non è tanto l’alta percentuale da tre degli avversari, ma i tanti uno contro uno al ferro che non siamo riusciti a concretizzare, sintomo di superficialità”

“Nel terzo quarto se avessimo avuto più cinismo, avremmo creato a Pistoia qualche problema in più. Poletti è sicuramente un cambio di lusso, come Riisma che ha trovato quattro canestri su cinque tentativi da tre punti. Anche se non in maniera appariscente, la nostra panchina ci ha dato una mano, più che altro è stata una partita di superficialità che ci ha penalizzati perché in questo campionato nessuno ti regala niente. L’aspetto positivo è che torneremo subito in campo mercoledì, ma dovremo ritrovare la concentrazione e mantenere i piedi per terra. Cotton? Ha sempre lo stesso problema che non gli permetti di allenarsi a dovere. Tracceremo un percorso per lui, per cercare di gestirlo nei turni infrasettimanali e recuperarlo. Ci sarà spazio per gli altri, in primis per Jurkatamm, ma sono sicuro che come questa squadra ha avuto carattere precedentemente nei momenti di difficoltà, anche stavolta saprà reagire nel modo giusto”.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..