"Abbiamo vinto, poco da aggiungere". Contento Djordjevic a fine gara 2

Scritto da  Mag 25, 2021

“Quando siamo 2-0 c’è poco da aggiungere”, dice Sale Djordjevic a fine partita, una gara 2 terminata come meglio non si poteva sperare, in totale controllo contro una Brindisi in palese difficoltà. Rispetto alla partita precedente, gli è stato chiesto, quali differenze ha trovato? Forse una maggiore reattività di Brindisi? “Assolutamente”, ha risposto il coach bolognese, “una squadra come Brindisi gioca con tanta ammirevole velocità e il nostro primo pensiero è stato quello di provare a limitarla in questo; noi abbiamo cercato di reagire con un attacco intelligente, anche se abbiamo perso alcuni palloni che non mi sono piaciuti, però abbiamo mosso bene la palla, e facendo così, appoggiandola bene dentro, a non abbiamo concesso loro di correre come avrebbero voluto, perché quando corrono hanno una facilità di segnare incredibile. Un’altra chiave della partita è stata reggere ai rimbalzi, dove abbiamo fatto bene”.

 Teodosic show, anche quando i suoi assist non vengono trattenuti: “Eh, mi sa che debba parlare col mio amico Pagliuca per farci dare i suoi guanti, che magari potrebbero aiutare a ricevere la palla. Certo che davvero sono passaggi che a volte non puoi aspettarti, ma lui gioca così. Penso comunque che i nostri leader abbiano fatto un’ottima gara, sia Teo che Belinelli, seguiti dall’ottima difesa delle due guardie, sia Markovic che Pajola, che hanno sempre messo pressione sulla palla; Abass ha fatto ottime cose anche a rimbalzo, era sempre presente; aspettiamo che Kyle Weems recuperi la forma; anche Ricci, oggi, ha finito bene la partita. Ma l’unica cosa che conta veramente è la vittoria.”

Com’è questa Virtus da play off?

“Penso che stiamo capendo poco alla volta come si giochino queste partite. Abbiamo tanti giocatori alla loro prima esperienza di play off; siamo nella stagione più lunga della storia, perché in due anni questa è la prima occasione che viene offerta di giocarli, visto come è andata lo scorso anno. Mi sarebbe piaciuto tantissimo vedere la squadra della scorsa stagione ai play off, per registrarne ora la crescita. Ma credo che in questo momento la squadra sia sul focus giusto.”  

Qualcosa sull’altra semifinale? ”Non mi interessa, Milano e Venezia stanno facendo le loro gare, noi badiamo solo alle cose nostre.  È ancora lunga, ci aspetta una durissima partita fra una settimana e cercheremo di chiudere questa serie perché ce lo meritiamo”

Una battuta su Milano in Eurolega? “In bocca al lupo”

Ultima modifica il Martedì, 25 Maggio 2021 23:33
Andrea Marcheselli

Bolognese, giornalista di ormai vecchia data, critico teatrale e letterario, da sempre appassionato di basket è stato giocatore, dirigente ma soprattutto allenatore, ed ora per 1000 Cuori Rossoblu anche commentatore delle vicende virtussine