Prova di forza dell'Italbasket che batte la Germania 92-82 Foto Italbasket

Prova di forza dell'Italbasket che batte la Germania 92-82

Scritto da  Lug 25, 2021

GERMANIA-ITALIA 82-92 (32-22; 46-43; 72-68)

Germania: Bonga 13, Saibou 6, Lo 24 Giffey 3, Wimberg 0, Voigtmann 3,  Benzing 0, Wagner 12, Wank 0, Barthel 5, Thiemann 4, Obst 12. All: Roedl

Italia: Gallinari 18, Fontecchio 20, Mannion 10, Melli 13, Moraschini 8, Pajola 2, Polonara 0, Ricci n.e, Spissu n.e, Tessitori 0, Tonut 18, Vitali 3. All: Sacchetti

Arbitri: Conde, Al Shuwaili, Mikheyev

Tiri liberi: GER 7/9; ITA 9/12

Falli: GER 16; ITA 15

Rimbalzi: GER 34; ITA 20

Tiri da 2: GER 15/32 ; ITA 19/37

Tiri da 3: GER 15/32; ITA 15/31

Partenza molto aggressiva dell’Italbasket che con una difesa aggressiva sui portatori di palla spinge i tedeschi a perdere due palloni consecutivi. Dopo un minuto di gioco è già 5-0 Italia ma la Germania non si scompone e, con pazienza, trova i punti dall’arco dei tre punti che le danno modo di resistere alla fiammata azzurra. Tra i protagonisti dell’ottimo avvio italiano ci sono sicuramente Simone Fontecchio e Nico Mannion, autori rispettivamente di 5 e 7 punti. A metà del quarto c’è il primo sorpasso dei tedeschi che continuano a segnare da tre punti fino a trovare il vantaggio (17-14) che obbliga coach Sacchetti a fermare la partita. Il mini break chiamato dal coach azzurro, però, non porta gli esiti sperati perchè, mentre l’Italia rimane bloccata a lungo a quota 14, la Germania continua a segnare con facilità dall’arco dei 6.75. Il primo quarto si chiude con l’ennesima tripla tedesca firmata da Maodo Lo che manda le due squadre al primo break sul 32-22 in favore della formazione di Roedl. Nel secondo quarto di gioco comincia il duello Wagner-Gallinari. I due giocatori NBA, infatti, cominciano a segnare con continuità e il botta e risposta continuo tra i due dà modo alla Germania di rimanere in vantaggio di dieci punti. La partita sembra poter cambiare nel finale del primo tempo. È proprio in questo momento, infatti, che gli Azzurri, spinti da un Fontecchio devastante nella metà campo offensiva e da una difesa nettamente migliore di quella vista in precedenza, riescono a ricucire lo strappo e trovare la parità a quota 43. Il primo tempo si chiude con la Germania in vantaggio 46-43.

Il terzo quarto non comincia nel migliore dei modi. I tedeschi, infatti, dopo una difficile chiusura di primo tempo, tornano a muovere con continuità la retina in attacco. Tra i più ispirati c’è sicuramente Maodo Lo, autore fino a quel momento di 19 punti. Come nel secondo quarto, Gallinari e compagni fanno la differenza nella seconda metà del periodo e non è un caso, quindi, che con un 5-0 firmato da Nicolò Melli, gli Azzurri tornano ad un solo possesso di distanza (59-56). Coach Roedl prova a rimettere le cose a posto inserendo Wagner ma il giocatore tedesco è tenuto molto bene dal duo Melli-Gallinari. A tre minuti dal termine arriva la tripla di Simone Fontecchio che riporta gli azzurri in vantaggio sul 63-62. Il terzo periodo si chiude con una serie di triple della Germania che, però, non spengono le speranze degli Azzurri che vanno all’ultimo break con soli quattro punti di svantaggio. Il match si decide negli ultimi dieci minuti che vedono l’Italbasket cercare in tutti i modi di riportarsi avanti nel punteggio. A trainare l’attacco della squadra di Meo Sacchetti è Stefano Tonut che fa il bello e il cattivo tempo nella metà campo difensiva tedesca. Si entra negli ultimi cinque minuti di partita sull’80-80. Il finale di partita è da cardiopalma: l’Italia alza la pressione difensiva e in attacco trova, grazie al talento dei singoli, i punti del momentaneo più quattro. La Germania cerca di trovare fortuna dall’arco dei 6.75 ma il pallone non ne vuole sapere di entrare. I canestri di Melli, uscito fuori proprio nel finale, mandano in crisi la difesa tedesca che non sa più cosa fare per fermare il talento azzurro. Il match si chiude con la vittoria dell’Italia che vince 92-82 e conquista i primi punti nel Torneo Olimpico.

 

 

Ultima modifica il Domenica, 25 Luglio 2021 10:43
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.