La Benedetto XIV lotta ma alla fine deve arrendersi all'APU Udine: 68-63 il risultato finale Foto Benedetto XIV Cento

La Benedetto XIV lotta ma alla fine deve arrendersi all'APU Udine: 68-63 il risultato finale

Scritto da  Set 04, 2021

 

L'avventura della Benedetto XIV Cento al Memorial Pajetta comincia con una sconfitta. La formazione biancorossa, infatti, si è dovuta arrendere all'APU Udine, uscita vincente con il punteggio finale di 68-63, ma la squadra di coach Mecacci ha ancora una volta tirato fuori una prestazione di alto livello. Di seguito la cronaca del match pubblicata sul sito della Tramec Cento

APU OLD WILD WEST UDINE TRAMEC CENTO 68-63 (17-17; 26-31; 49-50)

Apu Old Wild West Udine: Cappelletti 10, Walters 17, Pieri ne, Antonutti 16, Esposito 3, Giuri 4, Bertolissi ne, Pellegrino 5, Italiano, Bovo, Lacey 10, Ebeling 3. All. Matteo Boniciolli.

Tramec Cento: Zilli 6, James 17, Tomassini 10, Barnes 7, Dellosto 1, Ranuzzi 9, Re ne, Berti 2, Gasparin 8, Guastamacchia 3. All. Matteo Mecacci.

L’avvio della contesa è tutta di marca bianconera: Walters fa il bello e il cattivo tempo nel pitturato e, dopo nemmeno due minuti, è 5-0 per i padroni di casa. Si sbloccano i biancorossi grazie a Barnes, ma il lungo di casa è un rebus per i biancorossi e, con undici punti nella prima frazione, fa pendere in suo favore l’ago della bilancia. Prova a scappare l’Apu, coach Mecacci chiama a rapporto i suoi e ottiene una reazione immediata: James, Zilli e Barnes ricuciono, prima delle triple di Tomassini, Guastamacchia e Ranuzzi ad impattare l’incontro.

Al primo giro di boa è 17 pari, equilibrio che viene subito spezzato da sei punti in fila di Gasparin, supportato dal centro di Barnes dall’arco e dal jumper di Tomassini che obbligano Boniciolli al timeout. In vantaggio per larga parte dell’incontro, i bianconeri si trovano ad inseguire a nove lunghezze di distanza, portate a cinque alle porte della pausa lunga dai canestri di Giuri ed Esposito.

L’intervallo porta consiglio all’Apu, a segno con Ebeling e Lacey dall’arco per accorciare sul singolo possesso di distacco, spazzato via dal successivo centro di Walters. Fasi concitate dell’incontro dove Cento e Udine operano sorpassi e controsorpassi: James chiama, Antonutti risponde, pareggiando i sei punti dello statunitense in biancorosso, ma vedendo la Tramec giungere alla terza curva dell’incontro in vantaggio di misura.

Singolo possesso a separare i due schieramenti, del quale fanno un sol boccone i padroni di casa: cinque punti di capitan Antonutti, due punti di Pellegrino ed è +6 Apu. Non ci stanno gli uomini di Mecacci, che rientrano grazie alla precisione di James a cronometro fermo, impattando l’incontro con la tripla di Ranuzzi a sei minuti dalla sirena finale. Cento assesta una spallata all’incontro con la guardia statunitense, ma Cappelletti prima e Lacey poi ribaltano il punteggio, su cui pone l’accento il capitano dall’arco. L’ultimo acuto dell’incontro porta la firma di Tomassini dalla linea dei 6,75, ma ormai è troppo tardi per ricucire lo strappo.

Finisce così al “Pala Carnera”: Udine batte Cento 68-63.

Sconfitta solo nel finale, la Tramec ha messo in campo una bella prestazione, con tante buone indicazioni: nonostante l’importante assenza di Moreno, e qualche passaggio a vuoto fisiologico e dovuto alla stanchezza della preparazione, Mecacci ha visto i suoi restare in gioco fino alla fine, potendo contare sulla costanza realizzativa di James, a segno anche oggi con 17 punti e di Tomassini, autore di 10 punti complessivi.

Fonte: Ufficio Stampa Benedetto XIV

Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.