Debutto vincente per la Virtus Segafredo: battuto il Bursaspor 101-83 Foto Virtus Pallacanestro

Debutto vincente per la Virtus Segafredo: battuto il Bursaspor 101-83

Scritto da  Ott 20, 2021

FRUTTI EXTRA BURSASPOR - VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 83-101 (21-31; 48-57; 66-81)

Frutti Extra Bursaspor: Sezgun n.e, Freeman 15, Ozalp n.e, Needham 6, Turen 2, Al 14, Bitim 11, Andrews 3, Hayes 7, Guven 12, Dudzinki 13, Selcuk 0. All: Alimpijevic

Virtus Segafredo: Tessitori 11, Cordinier 12, Belinelli 15, Pajola 10, Alibegovic 14, Hervey 18, Ruzzier 0, Alexander 4, Ceron 0, Sampson 11, Weems 6. All. Scariolo

Arbitri: Obrknezevic, Aliaga, Cici

Tiri liberi: BUR 10/15; BOL 22/27

Rimbalzi: BUR 24; BOL 29

Falli: BUR 22; BOL 19

Tiri da 2: BUR 23/36; BOL 26/40

Tiri da 3: BUR 9/27; BOL 9/14

Si apre con una vittoria la nuova esperienza europea della Virtus Segafredo Bologna che espugna il campo del Bursaspor grazie prevalentemente ad un’ottima prestazione offensiva.

Partenza molto aggressiva in fase offensiva della Virtus Segafredo che, fin dai primi minuti di gioco, impone il proprio gioco soprattutto nella metà campo offensiva. Il Bursaspor, infatti, fatica a contenere le iniziative delle Vu Nere che, in appena due minuti di gioco, piazzano un break di 11-4 che costringe coach Alimpijevic a fermare subito il cronometro con un time out. Il mini break, però, dà coraggio alla formazione di casa che, spinta da un Dudzinski lasciato troppo solo dalla difesa bianconera, si riporta ad un solo possesso di distanza. Al giro di boa del primo quarto, coach Scariolo dà inizio ai cambi che, tutto sommato, rinvigoriscono la Segafredo. Pajola e compagni, infatti, dopo aver visto la formazione turca riavvicinarsi, sfruttano nel migliore dei modi le disattenzioni della difesa biancoverde in mezzo all’area portandosi in doppia cifra di vantaggio. Il primo quarto si chiude sul 31-21 in favore della Segafredo.

Il secondo periodo si apre con un gioco da quattro punti di Cordinier, entrato molto bene in partita e già autore di ben sette punti, che vale il 35-21 per la Virtus. Il parziale di 11-3 con cui la formazione di coach Scariolo ha iniziato la seconda frazione manda in crisi il coach del Bursaspor che, vedendo la propria squadra finire sul meno diciotto, chiama un altro time out. Nel finale, quando il ritmo del match si è abbassato, la squadra di casa trova fiducia e, spinta dal pubblico presente sugli spalti, riesce a ricucire il divario tornando a soli due possessi di distanza. Il primo tempo si chiude con la tripla di Kevin Hervey che manda le due squadre negli spogliatoi sul 57-48.

Nel terzo quarto la formazione turca, galvanizzata dall’ottima chiusura di primo tempo, prova il forcing per completare la rimonta. La Virtus Segafredo, però, non si scompone e, con pazienza, risponde colpo su colpo all’avversario. A spegnere le speranze di rimonta dei turchi è soprattutto Marco Belinelli che, spesso, si ritrova a segnare negli ultimi secondi dell’azione. A dare man forte al numero tre bianconero, poi, è un ispirato Kevin Hervey che, galvanizzato dal canestro sulla sirena finale del secondo quarto, punisce ogni minimo errore della difesa biancoverde. Si arriva, così, al venticinquesimo minuto di gioco con la Segafredo in vantaggio 75-58. Nel finale del terzo quarto, sono diversi i palloni persi dalle due squadre che, contrariamente a quanto visto nei minuti precedenti, faticano a trovare la via del canestro. Si va, dunque, all’ultimo break con le Vu Nere sopra 81-66.

L’ultima frazione vede ancora una volta lo stesso copione: il Bursaspor prova a forzare il ritmo con Freeman che cerca in tutti i modi di caricarsi la squadra sulle spalle per rimontare. La Virtus, però, trova un altro protagonista ovvero Amar Alibegovic che, sfruttando alla perfezione la fisicità che lo contraddistingue, spegne i sogni di gloria dei turchi. Al suono della sirena finale può esultare la formazione di coach Scariolo che vince 101-83 e comincia nel migliore dei modi il lungo cammino europeo che la attende.

 

Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.