Lino Lardo Lino Lardo Bianca Costantini

Il post partita di Virtus-Sassari

Scritto da  Nov 06, 2021

Vittoria roboante per la Virtus Segafredo di Lino Lardo, nettamente vincitrice sotto i riflettori del Paladozza contro il Banco di Sardegna Sassari per 97-71 grazie ad una strepitosa Ivana Dojkic, autrice di 24 punti complessivi. Nel post partita hanno analizzato la sfida appena conclusasi i due allenatori delle compagini in gioco, Restivo e Lardo:

Restivo: «Devo fare innanzitutto i complimenti alla Virtus: stanno facendo delle grandi cose, all’inizio hanno faticato un po’ a causa delle assenze, ma hanno delle giocatrici incredibili. Noi abbiamo cercato di affrontare la partita nel migliore dei modi, cercando di evitare di prendere delle imbarcate. Anche sotto nel punteggio, ci siamo rifatte sotto, ma devo ringraziare le ragazze perché non è facile venire qui a giocare».

Lardo: «Settimana intensa, abbiamo avuto tre partite ricche di soddisfazioni, avevamo bisogno di recuperare energie e mantenere la fame che ci ha permesso di ottenere questi risultati. Ci è mancata un po’ di determinazione all’inizio, visto che le cose in attacco venivano facili, mentre in difesa siamo state un po’ disattente. Questa pausa servirà per ricaricare le pile, abbiamo due ragazze impegnate con la Nazionale, ma dovremo ritrovarci qui con la voglia di fare bene e prepararci al meglio per Ragusa, con loro sarà un test importante».

«In Coppa abbiamo dimostrato di potercela giocare, non vedo l’ora di ritrovare il Flammes Carolo che all’andata ci ha strapazzato e giocarcela sul parquet. Si vede che questa squadra sta crescendo, siamo determinate a giocarcela fino in fondo: l’Atalanta nel calcio l’anno scorso ha iniziato con tre sconfitte in Champions League e poi ha passato il turno, puntiamo a farlo anche a noi».

«Cinili? Sabrina sta migliorando tanto, ha forzato molto le sessioni di allenamento, dovrà iniziare a lavorare con il contatto, ma direi che ci siamo. Settimana prossima inizieremo questo tipo di allenamenti, ma siamo fiduciosi che dopo la pausa possa esserci anche lei».

«I 30 assist? Dopo aver incanalato la partita sul binario giusto, le cose ci sono venute più facili: siamo state brave a girare bene la palla».

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..