Scariolo: "Ringrazio tutti per il contributo dato, nonostante gli infortuni andiamo avanti"

Scritto da  Dic 05, 2021

La Virtus Segafredo vince dopo un supplementare la sfida contro la Dinamo Sassari. Le Vu Nere, infatti, hanno conquistato altri due punti importantissimi vincendo con il punteggio finale di 102-100. Di seguito le dichiarazioni di coach Scariolo nel post-partita: 

“Una partita direi molto interessante per tutti e per i nostri tifosi che ci hanno dato una grande mano. Per Sassari che dimostra di essere con i cambi effettuati, a partire dalla panchina sulla strada, giusta e meritando di giocarsela fino all’ultima palla. Partite come queste servono anche a noi per capire che è possibile stringere i denti e superare le avversità, gli infortuni, i fischi. C’è stato forse qualche errore di troppo, qualche palla persa ma bisogna dare atto a Sassari di aver fatto una grande prova soprattutto al tiro. Penso che stringendo i denti ce l’abbiamo fatta con il contributo di chi saliva dalla panchina. Dall’inizio dell’anno siamo in alto se non altissimo, come stasera livello di emergenza infortuni. Non riusciamo ad andare avanti alla velocità che vorremmo ma facciamo il possibile. A livello di affiatamento e coesione la squadra è ad un buon livello ma gli eventi ci costringono ad affidarci più del previsto alle individualità. Questa è la realtà e ringrazio tutti per il contributo che hanno dato, anche extra per alcuni veterani. Non sappiamo ancora l’entità degli infortuni ma dovremo sicuramente inventare soluzioni diverse. Vedremo domani le risonanze".

Al termine del match è intervenuto anche Marco Belinelli: 

“Va benissimo aver giocato tanto anche se non ero in condizioni ottimali, avevo fatto solo due allenamenti di contatto con i compagni, ma ci sono state sfortune fisiche per cui qualcuno ha giocato di più. Sono stato molto contento, tutti avete visto quel che ci ha dato Ruzzier. Non era facile stare lì con la testa e speriamo che gli infortunati non abbiano nulla di grave, ma abbiamo vinto contro una squadra che sapevamo sarebbe venuta a Bologna con carattere diverso. Non era facile ripartire, ma alla fine è una partita di pallacanestro e noi cerchiamo di andare in campo per vincere e per evitare gli errori: qualcuno lo abbiamo fatto, ma abbiamo giocato con quintetti a volte particolari. Alla fine siamo riusciti a vincere ed è quello che conta”.

Ultima modifica il Domenica, 05 Dicembre 2021 22:02
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.