Pirinumbers: Un anno dopo …. ecco la semifinale foto di Bianca Costantini per 1000 Cuori Rossoblu/Basket City

Pirinumbers: Un anno dopo …. ecco la semifinale

Scritto da  Stefano Ballotta Mag 03, 2022

Giocare in anticipo, con i numeri, la semifinale della Virtus con Valencia non è semplice, anzi sarebbe semplicissimo se concludessimo che la Virtus non ha scampo. Questo perché Valencia è:

-        Prima per punti segnati

-        Pima per tiro da 2 Punti

-        Prima per rating offensivo (unica sopra 1,2 punti x possesso)

-        Prima per rimbalzi sia offensivi che difensivi

-        Prima per valutazione  (unica sopra quota 100)

-        Prima per plus Minus (punti fatti – Punti Subiti)

-        Seconda x Assist, falli subiti, e % da 3 punti concessa.

Tra i giocatori delle 4 squadre approdate in semifinale, nel Valencia giocano:

-        I due migliori tiratori da 2 punti, il miglior da 3 punti e il miglior tiratore dal campo

-        5 dei primi 6 tiratori di liberi (tutti oltre il 90%)

-        Il miglior rimbalzista offensivo

-        6 dei primi 7 per valutazione

-        Il migliore per falli subiti

Una sorta di armata invincibile che nelle due partite di playoff con Amburgo e Boulogne ha segnato 98 punti e ne aveva segnati 103 a Ulm nell’ultima di regular season.

Focalizzandoci sulla partita con Boulogne, significativa in quanto recente e contro la capolista in Francia, la tabella confronta la difesa dei francesi con ciò che ha subito da Valencia.

 

 

 

 

Gli spagnoli paiono dunque essere un rebus irrisolvibile. La prova di forza offensiva contro i francesi è stata impressionante e per cercare di risolvere il rebus vale la pena soffermarci sulla seconda sfida giocata tra Valencia con la Virtus a Febbraio.

 

 

 

 

 

 

 La Virtus tirò meglio e più volte dal campo (71 volte contro 68), perse meno palloni ma non bastò nonostante un parziale a sua favore di 46 a 28 nei due quarti centrali. La differenza fu data essenzialmente dai rimbalzi, in particolare offensivi che Valencia dominò procurandosi falli e tanti viaggi in lunetta. Tirò 25 tiri liberi segnandone 23 (92%).

 

Nella tabella seguente ho cercato di analizzare in dettaglio come hanno influito i tiri liberi sulla percentuale ponderata al tiro.

 

 

 

 

 

 

Quindi 74 punti segnati dal campo dalla Virtus contro i 60 di Valencia ma l’impatto dei tiri liberi fu decisivo per ribaltare l’esito della partita ed azzerare la differenza percentuale di tiro.  

 

CHE FARE ALLORA?

Ci sono poche indicazioni statistiche ma, credo, sufficientemente chiare:

Rimbalzi: tenere Valencia sotto il 30-35% di rimbalzi offensivi (viaggia al 40% di media con punte oltre 50%).

Ritmo: Valencia sopra ai 75 possessi ha un record di 3 vinte su 6 partite giocate (50%) mentre sotto ai 75 possessi ha un record di 11 vinte su 14 giocate (79%).

Il paradosso è che tra le 3 vinte sopra ai 75 possessi vi sono quelle con la Virtus

Palle perse: Valencia è ultima in Eurocup per palle recuperate; la Virtus rischia sempre molto la transizione, l’assist, le “giocate” più complesse e potrà farlo rischiando meno palle perse del solito.

Tiro da 3 punti: Valencia ha ottimi tiratori ma quando hanno tirato da 3 punti più che da 2 punti …. ha sempre perso.

Fattore Dubljevic: una tabella per evidenziare l’influenza di Dubljevic sulle prestazioni del Valencia quando vince e quando perde

 

 

 

 

 

 

Panchina: Valencia ha una panchina lunga e ottima distribuzione dei minuti tra gli 11 giocatori che scendono in campo. Spesso i punti dalla panchina (da dove entrano Dubljevic e Van Rossom) sono maggiori rispetto a quelli dal quintetto