Marjanovic alla Virtus, davvero?

Scritto da  Lug 01, 2022

La smentita da parte dell'agente del gigante serbo non si è fatta attendere: la possibilità che Boban Marjanovic possa vestire la canotta della Virtus è da escludersi. 

Gli entusiasmi si placano velocemente come velocemente si erano accesi nelle ultime ore, quando la Prealpina aveva paventato questa possibilità. 

Il rumor, a dire il vero, ha delle basi interessanti attorno alle quali ragionare. Innanzitutto, Marjanovic ha concluso la propria avventura con i Dallas Mavericks rimanendo coinvolto in uno scambio che lo ha portato agli Houston Rockets, franchigia che non è per niente certa di voler contare su di lui. Questo potrebbe precludere al centro serbo di 222 cm di continuare la propria carriera in NBA, anche perché ha quasi 34 anni.

La sua altezza fa gola a mezza Europa e non faticherebbe a trovare una squadra disposta a corrispondergli un ingaggio simile a quello percepito oltreoceano, o per lo meno, non di molto inferiore. 

Venendo alla Virtus, il ruolo di centro titolare rimane un rebus che Jaiteh al momento non può risolvere. Le LBA Finals hanno evidenziato pregi ma anche limiti del pivot francese che potrebbe rimanere come backup. Ecco che la caccia ad un nuovo gigante si riapre. Conoscendo la situazione di Boban Marjanovic, probabilmente prossimo alla free agency, almeno la suggestione è inevitabile. 

L'associazione con Bologna, inoltre, è rafforzata dalla presenza di Milos Teodosic, suo compagno di nazionale di lunga data. 

Tutto un bluff, a quanto pare. Capita che la smentita a volte sia congeniale a mandare avanti la trattativa sotto traccia, forse non è questo il caso ma c'è da dire che, negli ultimi tempi, quando la Virtus ha lavorato nell'ombra è poi riemersa con dei colpi ad effetto. Forse non è Marjanovic, ma un colpo ad effetto per accendere il mercato bianconero potrebbe essere in rampa di lancio.  

Ultima modifica il Sabato, 02 Luglio 2022 00:17
Eugenio Fontana

Appassionato di storie sportive e di pallone, ciclismo e palla a spicchi. Tifosissimo rossoblù da sempre. La prima prima partita che ho visto allo stadio è stata di Coppa Intertoto nel 1998: Bologna-National Bucarest 2-0.