Fortitudo, Thornton: "Sono una combo-guard, mi ispiro ad Iverson e Kobe. L'A2 non mi da' meno stimoli" Foto: FB Fortitudo Bologna

Fortitudo, Thornton: "Sono una combo-guard, mi ispiro ad Iverson e Kobe. L'A2 non mi da' meno stimoli"

Scritto da  Set 02, 2022

Si è presentato mettendo a referto 15 punti nel primo scrimmage (vincente) stagionale della Fortitudo a Pistoia dimostrando di poter essere un giocatore extra lusso per la categoria. Marcus Thornton, però, non pensa che la serie A2 gli darà meno stimoli, anzi, la Fortitudo è un'opportunità che non poteva non cogliere. 

Così si presenta l'americano classe  '93, intervistato da Damiano Montanari su "Il Corriere dello Sport-Stadio". Un estratto delle sue parole:

Sul suo arrivo in Fortitudo: "Conoscevo la storia prestigiosa del club e quando si è presentata l'opportunità di giocare qui con un ruolo importante l'ho subito colta. La categoria non è una priorità, non credo mi darà meno stimoli nel perseguire gli obiettivi per i quali quotidianamente lavoriamo duramente. Conta la consapevolezza delle proprie qualità."

Sul coach e i compagni di squadra: "Sono stato accolto nel migliore dei modi da coach e compagni; comunichiamo molto e siamo sulla stessa lunghezza d'onda. Sono molto soddisfatto del dialogo che stiamo costruendo e di tutto il gruppo che si sta formando."

Sulle sue caratteristiche tecniche: "Sono una combo-guard. I miei punti di forza sono il tiro, la gestione della palla e la creazione di spazi ed opportunità per segnare e far segnare i miei compagni di squadra. Il mio modello di ispirazione è Allen Iverson, infatti come lui ho scelto il numero 3 e porto i dread da quando ho iniziato il College. Nel percorso di crescita cestistica anche l'etica del lavoro di Kobe Bryant è stata una mia linea guida."

Sul tifo biancoblu: "Al raduno ho visto un'entusiasmo ed una partecipazione incredibili. So che i nostri tifosi ci supporteranno sempre, dovremo renderli orgogliosi, ripagandoli sul campo."

 

Ultima modifica il Martedì, 13 Settembre 2022 14:37
Eugenio Fontana

Appassionato di storie sportive e di pallone, ciclismo e palla a spicchi. Tifosissimo rossoblù da sempre. La prima prima partita che ho visto allo stadio è stata di Coppa Intertoto nel 1998: Bologna-National Bucarest 2-0.