La Virtus cade all'overtime! Vince il Panathinaikos 88-85 Foto Virtus Pallacanestro

La Virtus cade all'overtime! Vince il Panathinaikos 88-85

Scritto da  Nov 23, 2022

PANATHINAIKOS ATHENS -- VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 88 - 85 (12-21; 38-41; 67-62; 76-76)

Panathinaikos Athens: Kalaitzakis 0, Wolters 18, Lee 15, Papagiannis 2, Bochoridis 0, Williams 26, Kalaitzakis G. 1, Bacon 14, Chougkaz n.e., Ponitka 2, Mantzoukas n.e., Gudaitis 10. All. Radonjic

Virtus Segafredo: Cordinier 0, Mannion n.e., Belinelli n.e., Pajola 2, Bako 2, Jaiteh 20, Lundberg 14, Hackett 11, Mickey 5, Weems 0, Ojeleye 19, Teodosic 12. All: Scariolo

Tiri liberi: PA 13/19; BO 16/18

Tiri da due: PA 18/44; BO 15/32

Tiri da tre: PA 13/29; BO 13/28

Rimbalzi: PA 32; BO 40

Falli: PA 22; BO 25

Arbitri: Boltauzer, Jimenez, Peerandi

La Virtus cade ad Oaka dopo un overtime. La vittoria sembrava alla portata delle Vu Nere che, però, nel secondo tempo, complice qualche errore di troppo, hanno dato modo al Panathinaikos di portare a casa i due punti. Di seguito la cronaca del match.

Avvio di partita caratterizzato da una fisicità molto elevata su entrambi i lati del campo. Le due squadre faticano a segnare ed il punteggio rimane a lungo inchiodato sul 5-3. Una prima fiammata delle Vu Nere arriva a metà del quarto quando sale in cattedra Daniel Hackett. Il play numero 23 segna 8 dei 13 punti iniziali della Segafredo portando la sua squadra sul momentaneo più nove. Il time out chiamato dal coach greco non spezza il ritmo della Virtus che va al primo break sul 21-12.

Nel secondo quarto il Panathinaikos prova a ricucire lo strappo ma a tenere a bada la rimonta greca è Semi Ojeleye. Il giocatore americano ex Boston Celtic si rende pericoloso dall’arco dei tre punti e dà modo alla Virtus di rimanere in doppia cifra di vantaggio. Il Pana, però, non si arrende e, spinto dalle iniziative di Gudaitis, riesce a tornare a soli due punti di distanza. il botta e risposta tra le due squadre va avanti per tutto il secondo periodo che si chiude con la Virtus in vantaggio 41-38.

Al rientro in campo la formazione di coach Scariolo prova ad alzare l’intensità difensiva senza, però, riuscire a scappare via. Il faro offensivo dei bianconeri è sempre Ojeleye, autore di una prestazione di altissimo livello, che manda a segno la tripla del momentaneo più otto che obbliga il coach del Pana a chiamare time out. Il mini break, questa volta, ridà vigore alla formazione greca che, guidata da Wolters e Williams, segna i canestri che spediscono indietro la Virtus. Due magie di Teodosic, però, riportano la Virtus ad un solo possesso di distanza ma Williams è caldissimo e, con una tripla sulla sirena, manda le due formazioni all’ultimo break sul 67-62 per il Panathinaikos. 

La partita si decide nel quarto periodo. La Segafredo, reduce da un terzo quarto difficile, prova a rimontare e, con pazienza, segna i canestri che valgono il momentaneo meno uno. La sfida rimane in equilibrio fino alla fine e la pressione inizia a farsi sentire. La tripla di Teodosic ad un minuto e venti dalla fine riporta la Segafredo in vantaggio ed il coach del Pana chiama subito un time out. L’errore di Jaiteh da sotto canestro dà modo alla formazione di casa di restare in partita e pareggiare ad undici secondi dalla fine sul 76-76. Scariolo ferma subito la partita per disegnare l’ultimo tiro ma Teodosic non segna la tripla. Si va, dunque, ai tempi supplementari.

Nel tempo supplementare pesano, non poco, le due leggerezze commesse da Jaiteh che, prima regala un pallone a Williams che va a segnare in contropiede e, poi, si fa fischiare tre secondi. Il Pana trova il vantaggio ma non approfitta a pieno delle leggerezze della Virtus che riesce a mantenere il punteggio in parità. La tripla di Teodosic regala nuovamente il vantaggio alla Segafredo ma un 2+1 di Bacon pareggia i conti a quota 83. Al canestro di Lundberg risponde nuovamente Williams che regala al Pana il +1 a 16’’ dalla fine del match. Il successivo fallo in attacco del giocatore danese della Virtus dà modo alla formazione di casa di gestire questo minimo vantaggio. Il tiro di Teodosic allo scadere non trova neanche il ferro ed alla fine esulta il Panathinaikos che vince 86-83.

Prestazione non del tutto negativa della Virtus Segafredo che, fino alla fine, ha  avuto le chance per portare a casa la vittoria. Pesa e non poco l’errore nel finale dei regolamentari di Jaiteh che avrebbe potuto regalare il +4 alla Virtus. Nel supplementare, invece, qualche leggerezza di troppo è costata carissimo alle Vu Nere che hanno perso una partita importante che avrebbe dato continuità agli ottimi risultati ottenuti nelle ultime sfide. Da rivedere, tra le altre cose, le prestazioni di Mickey e Cordinier, poco efficienti in attacco. L’occasione per rifarsi, però, non manca perché la formazione di coach Scariolo tornerà in campo venerdì sera, ore 20.30, per affrontare davanti ai propri tifosi i campioni d’Europa in carica, l'Efes Istanbul.

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 23 Novembre 2022 22:52
Lorenzo Gaballo

Nato a Perugia, bolognese di adozione. Appassionato di sport,soprattutto di basket e calcio,sogno di diventare un giornalista sportivo e, mi auguro di trasformare la mia passione per lo sport in un lavoro.