Matteo Fantinelli Matteo Fantinelli Crediti: Valentino Orsini - Profilo Facebook Fortitudo Kigili Bologna

Fortitudo, Fantinelli: "Giocare al PalaDozza è un privilegio. La fascia di capitano un sogno che si realizza."

Scritto da  Nov 24, 2022

Il capitano della Fortitudo Kigili Bologna Matteo Fantinelli è stato intervistato questo pomeriggio alle 18.00 nel programma “Vitamina Effe” su Radio Nettuno Bologna Uno. Il "Fante" ha parlato della scorsa stagione, degli obiettivi correnti e del suo ruolo fondamentale, in campo e fuori, con la fascia di capitano, oltre che della sua tripla decisiva sul finale contro Chieti.

Lo scorso anno sono stato fuori quasi tutto il campionato. Purtroppo, è finita come tutti sappiamo, e non esiste un unico colpevole ma un insieme di cose che non hanno funzionato. L’importante ora è guardare al futuro. La fascia di capitano è uno di quei sogni che si realizza da quando sei bambino. Mi riempie di orgoglio e responsabilità. Voglio trasmettere lo spirito di questa società, che ringrazio moltissimo. La squadra di quest'anno ha grande potenziale ancora inespresso, dobbiamo capire dove possiamo arrivare. Anche se gli infortuni ci hanno colpito, abbiamo fatto quello che dovevamo. Siamo ancora imbattuti in casa: il PalaDozza deve essere il nostro fortino."

Il giocatore ha poi parlato anche del rapporto con Coach Dalmonte, oltre che delle ultime uscite e delle due recenti vittorie consecutive.

Con il Coach comunichiamo molto, ci scambiamo molte opinioni. E’ un allenatore molto esigente ma è anche disposto ad ascoltare. Sono contento di lavorare con lui. Stiamo facendo un ottimo lavoro. La mia tripla decisiva? Sono un giocatore che fa quello che gli viene chiesto. Qui con la Effe ho il compito di essere più playmaker che realizzatore. Mi metto a disposizione dei compagni e del gruppo, ma l’importante poi è vincere. I punti e le medie individuali lasciano il tempo che trovano se non vengono seguiti dai risultati di squadra. Con Chieti vittoria da grande squadra."

Infine, il "Fante" si è anche espresso sui tifosi, sul sistema di gruppo e la squadra e sul campionato di A2 e sulle principali concorrenti e pretendenti alla promozione in LBA.

In A2 c’è un livello medio molto alto, con alcune squadre molto attrezzate come Udine, Cremona, Cantù e Forlì, Pistoia. E’ importante quindi mantenere la tabella di marcia. Con il gruppo ci frequentiamo anche fuori dal campo ed è questo il segreto: in campo c'è più disponibilità ad accettare l'errore. Ormai sono in Effe da tanti anni e non smetterò mai di ringraziare i tifosi per il supporto, anche dopo le ultime stagioni infelici. I tifosi sono speciali, per me è un privilegio giocare al PalaDozza. Difficile trovare obiettivi per questa stagione, dobbiamo ancora esprimere il nostro potenziale. Ci teniamo a fare il meglio possibile provando a vincere più partite possibili per poi tirare le somme alla fine della Regular Season. Il campionato è molto difficile, e in caso di play off ci giocheremo le nostre carte. Giocare i Play Off davanti al nostro pubblico in questo palazzetto ci farebbe molto piacere. Lavoriamo con questo obiettivo, ma sappiamo che non sarà semplice."

Roberto Ligorio

Classe 1998, laureato in Comunicazione a Roma, studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio più grande sogno: raccontare lo sport e viverlo da vicino. Ex cestista, oggi amante del Basket, della fotografia e del cinema.