Baseball – Rimini passa per la terza volta a Bologna e vola in finale – 27 Ago

Scritto da  Ago 27, 2017

Il lungo fiume di tifosi bianco blu che imbocca a testa bassa l’uscita del “Gianni Falchi” da una parte, un drappello di supporters riminesi che balla e canta fra fuochi d’artificio(!) e fastidiosissime trombette dall’altra. Se avessi dovuto fotografare la serata, non avrei scelto un fermo immagine più significativo di questo. D’altronde, per loro, è il terzo successo (su cinque gare) in casa felsinea e nonostante una secolare rivalità sportiva, è giusto sottolineare i meriti del club arancionero. Peccato, perché dopo il deragliamento delle prime due gare, la squadra di Frignani aveva riportato la serie a Bologna  vincendo due match consecutivi in Romagna, in quello che però è risultato esser il classico “canto del cigno”. L’ultimo sussulto d’orgoglio da parte dei campioni in carica, prima di abdicare il trono in favore della concorrenza.

Questa deludente stagione si chiude quindi all’ultima gara di semifinale (dopo aver concluso la Champions League al secondo posto) ed ora non resta che la Coppa Italia per salvare la baracca. Per Rimini invece, è di nuovo tempo di finale scudetto e questa volta ci sarà San Marino ad attenderla.

La partita. Dopo il lancio iniziale dell’ ex stella Rick Landucci (protagonista del successo biancoblu del 1978) il duello comincia con Rimini proiettato in massa verso la trincea felsinea.

Rivero consegna subito una base per ball ad Infante, che poi vola in 2^ sulla valida di Noguera ed infine in 3^ sul bunt di sacrificio di Vasquez. Sul quarto lancio, con Infante in 3^ e Noguera in 2^, Garbella trova una bordata profondissima  che consente ad entrambi i compagni di andare a punto. 0 a 2, ma non è finita. Lo stesso Garbella approfitta della volata di sacrificio di Celli per siglare anche il punto dello 0 a 3.

L’inizio arrembante degli ospiti gela gli oltre 1000 tifosi presenti in tribuna.

Home run.  La risposta bolognese arriva con qualche inning di ritardo, ma è comunque in grande stile. Marval  smazza ferocemente il lancio di Rosario oltre le recinzioni, per un fuori campo che vale un punto in grado di trasformare l’ormai rassegnato “Falchi” in un formicaio urlante. L’Home Run scioglie le briglie ai campioni d’Italia, che trovano anche il secondo punto nel sesto inning. Segna  ancora  Marval, stavolta sulla botta di Paolino Ambrosino, dopo aver centrato una valida ed aver raggiunto la 2^ per basi automatiche a seguito di un “battitore colpito”.

Non basta. La EFFE accorcia sul 2 a 3, ma non è sufficiente per arpionare gli avversari. Anzi, all’Ottavo inning  è Rimini a riallungare definitivamente:  segna prima Noguera sulla gran valida di Garbella, poi Vasquez su Wild Pitch per un severissimo 2 a 5.

Sussulto orgoglioso dicevamo ...  Nella parte bassa dell ‘Ottavo inning, arriva il secondo fuoricampo bolognese (sempre da un singolo punto, stavolta siglato da Flores), mentre nel Nono ed ultimo gioco è Russo (sulla volata di sacrificio di capitan Vaglio) a firmare l’inutile e definitivo timbro del 4 a 5.

Fine delle trasmissioni: Rimini in finale.

Andamento.

Rimini       300000020   5

Fortitudo  000101011   4

 Foto di Valentino Orsini

 

 

Ultima modifica il Domenica, 27 Agosto 2017 16:03
Andrea Nervuti

Amante del mondo anglosassone in ogni sua sfumatura: dall'atmosfera del piccolo pub di periferia fino alle luci della Premier League