Rugby – Bologna inciampa a Firenze e la serie A si allontana …

Scritto da  Gen 15, 2018

Brusco rientro in campo per la banda di mister Ogier che perde la partita ed il relativo terzo posto in classifica (proprio in favore dei Medicei fiorentini) in questo primo pomeriggio ovale del 2018. Nel gran ducato di Toscana, sono i padroni di casa ad imporsi per 19 a 14 al termine di un match molto sofferto e tremendamente combattuto. Zero a zero per tutta la prima frazione, poi l’espulsione temporanea rifilata all’estremo bolognese per un presunto placcaggio alto, sradica l’incontro dai binari dell’equilibrio. In superiorità numerica, la squadra guidata da Daniel Lo Valvo trova il pertugio giusto per varcare l’ultima linea sugli sviluppi di una touch, mandando tutti al riposo sul risultato di 7 a 0.

Dopo l'intervallo il riscatto? Niente affatto.

La ripresa comincia come peggio non si potrebbe: senza regia difensiva, i rossoblù sbandano pericolosamente ed incassano due marcature nel giro di tre minuti per un tremendo “1-2” che vale il parziale di 19 a 0.

A questo punto però, l’orgoglio bolognese raggiunge l’apice e prima i felsinei accorciano le distanze  grazie ad una meta di Giannuli  -nata da un raggruppamento ai confini della zona rossa toscana - superbamente arrotondata dal piede destro di Bottone per il 19 a 7,  poi tentano addirittura la rimonta con una meta tecnica assegnata dall’arbitro Leonardo Masini che vale altri 7 punti sul tabellone per il Bologna ed un paio di sutura per il malcapitato Barbolini.

Col punteggio sul 19 a 14 l’inerzia cambia definitivamente e Bologna tenta un commovente assalto finale, ma la trincea fiorentina resiste agli assalti disperati delle legioni petroniane e la partita si chiude sul 19 a 14 in favore dei locali.

Peccato.

I rossoblù dunque varcano nuovamente l’Appennino con solamente il punto di bonus difensivo da aggiungere ai 31 già guadagnati in questo campionato. La situazione non è rosea; le concorrenti scappano (la capolista Pesaro dista 11 lunghezze, Livorno 8), ma c’è ancora un girone intero per raddrizzare la stagione. L’obbiettivo adesso è ritrovare la concentrazione e tornare a prendersi l’intera posta in palio già dalla prossima  domenica contro il Romagna.

La priorità è restare incollati alle carrozze di prima classe, sperando di sfruttare al meglio cali fisici e scontri diretti fra le big.

Foto di Donatella Bernini

 

Ultima modifica il Martedì, 16 Gennaio 2018 18:25
Andrea Nervuti

Amante del mondo anglosassone in ogni sua sfumatura: dall'atmosfera del piccolo pub di periferia fino alle luci della Premier League