Baseball – La Effe non si ferma più: travolge anche Nettuno e consolida la vetta! - 30 Giu

Scritto da  Giu 30, 2018

Continua senza intoppi la marcia trionfale dell’Unipolsai Fortitudo Bologna che, fra le mura amiche del “Gianni Falchi”, vendica la sconfitta dell’andata (l’unica per il momento) e s’impone per 6 a 0 anche contro l’ambiziosa compagine laziale. Una “tariffa” a cui tutte le squadre del campionato sembrano ormai averci fatto l’abitudine, dal momento che per l’Aquila di coach Frignani si tratta della 18esima vittoria su 19 incontri disputati.

La partita. Dopo 3 inning equilibrati e molto ben gestiti dai rispettivi reparti difensivi, l’incontro si sblocca nella parte bassa del quarto gioco, quando Garcia colpisce prima una bella valida e poi completa il giro del diamante approfittando dell’imprendibile triplo sparato sul centro destra da capitan Vaglio. Nell’attacco successivo, tocca a Marval siglare il punto del 2 a 0, spinto questa volta a casa base da uno straordinario doppio laterale firmato da Giuseppe Mazzanti .

Col duplice vantaggio in tasca, la Effe gestisce l’incontro fino al colpo del K.O. definitivo che giunge puntuale all’ottavo inning.

Il primo a segnare è l’olandese Gilmer Lampe, seguito a ruota da Robel Garcia, entrambi sulla splendida randellata del solito Vaglio. Poco più tardi, è lo stesso numero 23 a prendersi la gloria personale, riuscendo a correre sino all’ultimo cuscino grazie alla valida di Nick Nosti dopo aver furbescamente rubato la seconda posizione. All’imbrunire del penultimo inning, sul lancio del sempre più incerto rilievo ospite Valerio Simone, tocca proprio a Nick Nosti infilare la sesta ed ultima banderillas nel collo del toro nettunese sfruttando la superba mazzata lungo la linea esterna dell’altro “orange”  Kevin Moesquit.

6 a 0 e gara 1 che va in archivio dopo 3 ore esatte di battaglia.

Successo meritato, ma non bisogna assolutamente abbassare la guardia perché stasera si torna immediatamente in campo per gara 2. Sempre alle 20, sempre allo stadio “Gianni Falchi”.

Foto di Valentino Orsini.

 

Ultima modifica il Sabato, 30 Giugno 2018 09:12
Andrea Nervuti

Amante del mondo anglosassone in ogni sua sfumatura: dall'atmosfera del piccolo pub di periferia fino alle luci della Premier League