Baseball – Si ferma in quel di Rimini l’imbattibilità della EFFE!

Scritto da  Ago 12, 2018

 

 

Dopo una valanga di vittorie consecutive (22!), l’Aquila alza bandiera bianca sulle spiagge dell’Adriatico consentendo ai Pirati di chiudere la “Regular Season” con una vittoria.

Nessun problema, intendiamoci: la EFFE ha monopolizzato il campionato con un “ranking” di 26 vittorie e solo 2 sconfitte e sicuramente sarà già concentrata sui play off scudetto che scatteranno venerdì sera al “Gianni Falchi” contro Nettuno.

La partita. Un Rivero subito sotto pressione al primo inning, subisce i singoli di Freddy Noguera, Romero e Ustariz e il doppio di Batista a basi piene che manda a segno i due punti del vantaggio del Rimini. La reazione biancoblu è veemente nell’attacco successivo, aperto dalla base ball a Marval seguita dal singolo di Mazzanti. La valida di Lampe manda a punto il primo corridore, poi le basi si riempiono per i quattro ball a Garcia e,successivamente, il doppio di Grimaudo da due punti e la valida anch’essa da due punti di Nosti trasformano l’attacco in un “big inning” da cinque marcature. Un vantaggio che i bolognesi incrementano di una lunghezza la ripresa successiva, con le valide di Marval e Garcia. Tuttavia, al cambio di campo,i padroni di casa ricominciano a macinare gioco e punti. Dopo la base a Garbella, Rivero concede due doppi in sequenza a Ustariz e Batista, che batte di nuovo due punti a casa base. Morellini sostituisce Bassani sul monte dei nero arancio e l’attacco fortitudino ne soffre. Al 4° inning arriva anche il pareggio dei padroni di casa, con il fuoricampo da due punti di Romero dopo il singolo di Freddy Noguera. 6 a 6. Al quinto inning Bologna trova la forza di una nuova reazione, ma produce il minimo da una situazione di basi piene senza eliminati (valide di Marval e Lampe, base a Mazzanti). Entra un solo punto sulla battuta in scelta difesa di Maggi, che comunque riporta l’Aquila davantiu: 7 a 6. Vantaggio effimero che dura lo spazio di un cambio di campo, con la Fortitudo a presentare sul mound Antonio Noguera e a subire con il rilievo appena entrato le quattro segnature che ipotecano il match. Valide di Ustariz e Celli, inframmezzate dalla base ball a Batista, con Di Fabio a trovare la valida a destra a basi piene che porta a casa due punti, mentre i successivi singoli di Romero e Angulo mandano a segno altri due compagni per il parziale di 10 a 7 in favore dei  pirati. Bologna questa volta subisce il colpo e il sesto attacco è da “tre su, tre giù”. Rimini invece va a segno quasi ad ogni ripresa. Nella parte bassa, ecco la valida di Batista che avanza su lancio pazzo e va a punto sul singolo di Celli. Al settimo inning, con Pizziconi a lanciare, arriva un’altra segnatura su “Wild pitch”. All’ottavo inning, a sorpresa, è Dobboletta che ha il compito di ottenere gli ultimi tre out, salendo sulla collinetta. Il doppio di Freddy Noguera lo punisce con altri due punti battuti a casa, poi un colpito a basi piene vale un’altra segnatura e la valida di Batista un’altra ancora, portando il risultato finale sul 16 a 7.

Sotto postiamo l'album delle foto di Gara 1 scattate da Valentino Orsini @Vallebo

Ultima modifica il Domenica, 12 Agosto 2018 12:50
Andrea Nervuti

Amante del mondo anglosassone in ogni sua sfumatura: dall'atmosfera del piccolo pub di periferia fino alle luci della Premier League