Rugby – En plein rossoblù!

Scritto da  Ott 30, 2018

Il Bologna 1928 fa il pieno. 3 su 3. Non solo perché la prima squadra infilza il 3o successo consecutivo superando Padova per 17 a 13, ma anche per merito delle Fenici (vincenti a domicilio di Montevirginio) e della squadra cadetta - impegnata nel campionato di serie C1- brava a travolgere Castel San Pietro con un netto 47 a 29.

Un weekend perfetto insomma, ma andiamo con ordine.

 

Serie B: Bologna Rugby 1928 v. CUS Padova 17 - 13

Sotto un cupo cielo che ricorda da vicino lo scenario dello sbarco alieno nel film “Independece Day”, i rossoblù partono forte. Al secondo minuto, Giannuli piazza in mezzo ai pali l’ovale per l’immediato 3 a 0, ma la reazione veneta è tanto rabbiosa quanto efficace. Al 6’, Torresan pareggia i conti dalla piazzola mentre - una dozzina di minuti più tardi- si ripete dalla lunga distanza per il sorpasso. Sul 3 a 6, Padova spinge sull’acceleratore: dopo un leggero infortunio capitato alla direttrice di gara, gli ospiti ripartono da una touch sulla sinistra e sfondano la trincea felsinea; la “conversion” entra ed il primo tempo si chiude sul 3 a 13.

Nella ripresa, i padroni di casa accorciano immediatamente le distanze grazie alla meta siglata da Barbolini e trasformata da Giannuli. Col gap ridotto al minimo, le squadre si azzerano e sul rettangolo verde prevale la confusione.

Intorno al 20’, l’episodio che potrebbe rompere definitivamente l’equilibrio. Potrebbe, già, perché nonostante l’inferiorità numerica per il giallo rifilato allo stesso Barbolini, Bologna stringe i denti e respinge tutti gli assalti patavini. Passata la paura, il 1928 si riaffaccia in attacco trovando proprio allo scadere la meta del trionfo con Alberghini sull’out di sinistra. Il “Dozza” esulta dopo quasi 80 minuti di sofferenza, Giannuli (manco a dirlo) non sbaglia la trasformazione conclusiva e la signorina Pacifico manda tutti sotto la doccia col punteggio finale di 17 a 13.

È stata davvero dura, ma alla fine la missione è stata compiuta.

Adesso testa al primo “big match” della stagione in casa della favoritissima Casale , per mettere in discussione quel dominio che tutti davano per scontato ad inizio stagione...

 Man of the match. Eletto all’unanimità Andrea Sergi come “uomo partita”.

 

Serie A Femminile: Montevirgino v. Le Fenici Bologna 7 - 21

Bene anche le ragazze, che vincono in rimonta in casa della sempre insidiosa Montevirginio al termine di un match cominciato col vantaggio delle laziali e completamente ribaltato nella ripresa.

Per le Bianco - Rossoblù guidate da coach Zuccherelli, mete di Colageli, Barsotti e Genesini, tutte trasformate dal piede di Marta De Luca. Ora Le Fenici volano a quota 10, in piena linea con l’obiettivo finale dei Play Off scudetto.

 

Serie C1: Castel San Pietro v. Bologna Cadetta 1928 29 - 47

Chiudiamo infine con il trionfo della cadetta, i cosiddetti “Balanzoni”. Uno squillo importante, per una squadra che ha il duplice scopo di far crescere i giovani in uscita dalle giovanili permettendo, allo stesso tempo, ai ragazzi che non possono allenarsi ai ritmi richiesti dalla serie superiore di mantenere il feeling col campo e di assaporare l’odore di un buon placcaggio.

 

Foto Andrea Malossini

 

Ultima modifica il Martedì, 30 Ottobre 2018 20:53
Andrea Nervuti

Amante del mondo anglosassone in ogni sua sfumatura: dall'atmosfera del piccolo pub di periferia fino alle luci della Premier League