Rugby – Bologna batte Ferrara e fa suo il derby!

Scritto da  Dic 12, 2018

Continua la marcia della squadra diretta da coach Guermandi che, sul “campo principale” del centro sportivo Dozza, supera Ferrara per 36 a 8 nell’unico derby emiliano – romagnolo in programma quest’anno e mantiene così la seconda posizione. Un successo largo, giunto in rimonta nella ripresa dopo un primo tempo decisamente opaco.

5 punti fondamentali per difendersi dagli attacchi delle inseguitrici e per mettere un minimo (ma minimo eh) di pressione alla capolista Casale, in fuga solitaria a 9 lunghezze di distanza.

La partita. Dopo un minuto di silenzio dedicato a tutte le donne vittime di violenza, si comincia con il CUS Ferrara che prova a piazzare da 50 metri: palla lontano dai pali e nulla di fatto.

Alla prima occasione, l’Emilbanca passa. Da una touch all’altezza dei 22 nasce un vantaggio che Bologna utilizza per giocare nuovamente un fallo laterale verso l’ultima linea estense. Rimessa bene eseguita e carrettino che manda in meta Guandalini sulla parte sinistra del fronte d’attacco rossoblù. Da posizione angolata, Giannuli centra l’acca e si val sul 7 a 0.

La risposta ospite è però immediata: calcio di punizione abbastanza centrale che l’estremo bianconero tramuta in 3 punti. 7 a 3. Al botta e risposta, segue un po’ di confusione e la clessidra si svuota lentamente regalando all’infreddolito pubblico una serie di sbavature poco edificanti. Al tramontare della prima frazione, Ferrara sfonda la trincea bolognese con l’estremo che buca la retroguardia sulla corsia mancina. Trasformazione fuori e primo tempo che si chiude sul 7 a 8.

Nella seconda frazione, scende in campo un Bologna diverso.

Al 5’, Giuannuli dalla piazzola infilza l’ovale che vale il contro sorpasso. Qualche minuto più tardi, arriva finalmente la meta firmata da Macchione propiziata da una clamorosa sfuriata di 40 metri ad opera di Will Wright. Giannuli non sbaglia ed il punteggio sale sul 17 a 8.

Al 16’, giunge - questa volta inventata da un clamoroso reverse pass in no look di Andrea Sergi- la meta della tranquillità segnata da Signora. La grande giocata galvanizza tanto la tribuna quanto la truppa di coach Guermandi che, dopo l’ormai scontata trasformazione di Giannuli, trova anche la quarta marcatura, quella del bonus, timbrata da Sandri. Ennesima trasformazione e punteggio sul più rassicurante 31 a 8.

Con Ferrara all’angolo e la squadra cadetta salita in tribuna per sostenere i compagni al termine del successo ottenuto sul campo 3 contro Castel San Pietro, arriva anche il secondo squillo personale di Francesco Macchione, nell’ultima touch giocata dai felsinei prima del fischio finale.

Si chiude sul 36 a 8, con tutti i ragazzi al centro del campo che festeggiano il meritato successo. Missione compiuta dunque, ma adesso testa al Riviera (reduce dal colpo esterno in quel di Trieste) per l’ultima sfida prima della pausa natalizia.

En plain rossoblù. Le Fenici e la Cadetta completano il pomeriggio di festa bolognese. Le ragazze, impegnate sul campo amico di Forlì (e per questo eccezionalmente in livrea biancorossa), sconfiggono le Donne Etrusche per 24 a 7 e riprendono immediatamente il cammino verso i play- off scudetto dopo lo scivolone di Roma.

La Cadetta invece, sul campo 3 del centro “Dozza”, batte Castel s. Pietro per 24 a 12 e domenica prossima andrà a Ravenna per ipotecare un posto nella prossima poule promozione.

 


Foto Andrea Malossini

 

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 12 Dicembre 2018 13:50
Andrea Nervuti

Amante del mondo anglosassone in ogni sua sfumatura: dall'atmosfera del piccolo pub di periferia fino alle luci della Premier League