Rugby – Bologna cade a Mirano e scivola al 3°posto

Scritto da  Mar 27, 2019

 

 

 

Al termine di una battaglia tiratissima, sono i veneziani ad intascare l’intera posta in palio lasciando ai rossoblù solamente il punticino di bonus difensivo, purtroppo insufficiente per difendere il secondo posto dal ritorno di Villorba.

La partita. Dopo il consueto riscaldamento, in una giornata dalla temperatura estiva, si comincia agli ordini del direttore Sironi di Roma. Partono decisi gli ospiti che, grazie alla linea dei 3/4 che li ha caratterizzati lo scorso anno, scorrazzano ad alta velocità portando l'ovale nei pressi della meta avversaria. Dopo un mini-raggruppamento, si crea un varco per Anteghini che taglia la linea avversaria ma viene fermato a pochi centimetri dall'ultima striscia di gesso; Francesco Macchione sopraggiunge in sostegno e già al 4° minuto trova la marcatura che sblocca l'incontro.

Dopo il calcio di ripartenza, palla al largo per Soavi che contrattacca dai propri 22, supera la metà campo ed incrocia con Signora che resiste al ritorno dei difensori andando a segnare sotto ai pali: 10 a 0. Giannuli converte e si va sullo 0 a 12 in appena una manciata di secondi.

Mirano reagisce con il pacchetto di mischia e, dopo vari tentativi, al 21° con un raggruppamento avanzante porta il pilone Corò alla segnatura pesante.

Water break” e si riparte. Sugli sviluppi dell'azione successiva, Signora si infortuna ed è costretto ad uscire, sostituito dall’inglese Wright.

Con continui capovolgimenti di fronte si arriva a fine tempo e nell’intervallo il tecnico Guermandi cambia Sandri con Barbolini e fa entrare Bottone per Soavi, da tempo debilitato da un infortunio.

Nella ripresa, la mischia di casa costringe gli emiliani a ripetuti falli e dopo pochi minuti ne fa le spese proprio il neoentrato Barbolini, che viene sanzionato con un cartellino giallo. Mirano ne approfitta per segnare la meta del momentaneo pareggio tra l’incredulità dei tifosi di casa che, dopo l’inizio bolognese, avevano intravisto una gara in salita.

Entra Guatelli per Anteghini in terza linea, ripristiniamo la parità numerica ed Emilio Macchione rileva l’ottimo Fadanelli, con Piazza che sostituisce Zambrella per l’accelerazione finale nel tentativo di portare a casa un risultato positivo.

È invece ancora Mirano a segnare al 70°, con tanto di trasformazione che vale il 19 a 12.

A questo punto, i padroni di casa sono costretti a difendere con un certo affanno la contro reazione bolognese (specialmente al largo), ragion per cui, al 73°, l’apertura di casa viene punita con un giallo. L’Emilbanca ha un sussulto e con una bella manovra palla in mano libera Piazza che va a depositare l’ovale tra i pali per la facile trasformazione di Giannuli.

19 a 19.

Pare ci siano ancora le energie per il colpo di coda finale che permetterebbe di mantenere il passo dei migliori in classifica ma, proprio allo scadere, è Mirano che riesce a trovare il guizzo vincente per l’ultima segnatura. A tempo quasi scaduto, i veneti potrebbero cercare un non difficile piazzato ma optano per il laterale. Rimessa vinta e dal conseguente raggruppamento la squadra di casa varca la linea di meta che sancisce il termine della battaglia.

24 a 19 il punteggio finale, con Mirano che festeggia il bottino pieno costringendo Bologna a rientrare in Emilia con soltanto il punto di bonus difensivo in tasca.

Amarezza tra i rossoblù nel saluto finale, forse per la consapevolezza di aver mezzi che restano inespressi e per le diverse occasioni sprecate. La lunga serie di infortuni, in particolare in alcuni ruoli, mitiga solo parzialmente la delusione per quello che si potrebbe raggiungere con un po’ più di attenzione nello sfruttare le conclamate qualità della squadra.

Andiamo avanti dunque, proiettando lo sguardo verso la prossima trasferta a domicilio del solido Mogliano. 

In classifica il Bologna scivola al 3° posto, momentaneamente scavalcato da un Villorba reduce dal 35 a 8 ottenuto a Verona.

Tabellini

Mirano v. Bologna 1928 24-19

(Punti in classifica 5-1)

Bologna 1928: Soavi(41’ Bottone), Zambrella (64’ Piazza), Giannuli, Neri, Signora (27’ Wright), Alberghini, Sergi, Macchione F., Schiavone (54’ Macchione E. – temp-), Anteghini, (55’ Guatelli), Gambacorta, Micheler, Fadanelli (69’ Macchione E.), Guandalini, Sandri (41’ Barbolini).

A disp. Bernabò.

All. Guermandi

Marcatori: 4’ Macchione, 5’ Signora + tr. Giannuli, 74’ Piazza + tr. Giannuli

Foto di Matteo Deppieri

Bene le ragazze. Molto brave invece le giocatrici guidate da coach Zuccherelli che, al rientro in campo dopo due mesi di pausa, battono Montevirginio per 32 a 0 e si mantengono sulla scia dei play-off scudetto.

Ultima modifica il Martedì, 09 Luglio 2019 10:11
Andrea Nervuti

Amante del mondo anglosassone in ogni sua sfumatura: dall'atmosfera del piccolo pub di periferia fino alle luci della Premier League