Rugby – Il Bologna 1928 chiude la stagione con una vittoria

Scritto da  Mag 15, 2019

 

 

Sotto un diluvio di proporzioni bibliche, il Bologna 1928 batte il Verona Rugby per 13 a 7 e termina il campionato a quota 75 punti, confermandosi così come terza forza di questo complicatissimo girone.

Una stagione 2018 - 2019 che si chiude con un bilancio certamente positivo, forse addirittura leggermente sopra alle aspettative della vigilia. Sono state ben 16 le vittorie sui 22 incontri disputati. 544 i punti realizzati a fronte dei 420 subiti. Una differenza di + 124 che si è tradotta in un sorprendente 3° posto finale.

Complimenti quindi a tutti i giocatori, alla dirigenza e allo staff tecnico per l’ottimo piazzamento conquistato.

Il prossimo - immancabile - appuntamento è fissato per il secondo weekend di giugno, quando al Centro Sportivo "Dozza" scatterà "90 e non sentirli"  la tre giorni di festa per il compleanno del club.

La partita. Le condizioni climatiche rendono quest’ultima sfida di campionato una sorta di battaglia d’altri tempi. Il campo, seppur di un colore verde acceso, presenta insidiose pozze fangose e l’ovale bagnato di certo non aiuta la trasmissione fra i giocatori. La direttrice di gara Barbara Guastini è dunque costretta a fischiare parecchi “in avanti” che obbligano le prime linee agli straordinari. Dopo 13 minuti di batti e ribatti, l'equilibrio si rompe con il solito Macchione che buca la difesa clivense sul versante destro d’attacco rossoblù. La trasformazione esce ma il Bologna è in vantaggio. Passano altri 13 (bagnatissimi) minuti e arriva il raddoppio firmato da Alberghini, sempre sullo stesso fronte offensivo. Da posizione defilata, Giannuli non trova la porta e lo score sul tabellone non aumenta.

Sul 10 a 0, l’Emilbanca spinge sull'acceleratore alla ricerca del colpo del K.O. ma il Verona resiste e si va al riposo senza ulteriori marcature.

Veneti negli spogliatoi. Bologna in cerchio, sotto l’acqua, vicino alle panchine.

Alla prima occasione utile della ripresa, Giannuli ritrova la sua consueta precisione al piede e dalla piazzola infila l’acca per i 3 punti che allungano il punteggio sul 13 a 0.

Lo scontro continua mentre la pioggia non concede tregua alle due squadre. Con entrambe le compagini provate dallo scontro, viene fuori l’orgoglio veronese. Così, a dieci dal termine, gli ospiti trovano il modo per riaprire la contesa. Touche sulla sinistra, carrettino avanzante fino ai pressi dell’ultima linea bolognese e meta in mezzo ai pali dopo un paio di fasi ben contrastate dalla trincea rossoblù. Trasformazione comoda e risultato di nuovo in discussione. Nel finale, gli scaligeri tentano addirittura il colpaccio ma l’Emilbanca difende il vantaggio con ardore fino al fischio finale e porta a casa la partita con il risultato di 13 a 7.

 

Tabellini

Bologna 1928 v. Verona 13 -7

(punti in classifica 4-1)

Bologna 1928: Alberghini, Zambrella, Giannuli, Neri, Soavi (73’ Piazza), Bottone, Sergi, Macchione Fr, Schiavone, Cesari, Fadanelli (56’ Tosatto), Barbolini (46’ Macchione Em.), Anteghini (71’ Guandalini), Sandri (49’ Micheler).

A disp. De Napoli, Bernabò.

All. Guermandi

Marcatori: 13’ meta Macchione Fr., 26’ meta Aberghini, 56’ cdp Giannuli

 

Classifica finale

106 Dopla Casale

79 Iniziative Villorba

75 Bologna 1928

64 Rugby Mirano 1957

60 Rubano Rugby

52 Mogliano 1969

44 CUS Padova

40 Viadana 1970

40 Verona Rugby

39 CUS Ferrara

39 Rugby Riviera 1975

9 Venjulia Trieste

Fenici ai barrage scudetto. Non hanno ancora concluso la stagione invece le ragazze guidate da Coach Zuccherelli che, domenica prossima in quel di Treviso, torneranno in campo per gli spareggi scudetto. Le rossoblù - giunte terze nel girone 2 - affronteranno Villorba, seconda forza del girone 1. I favori del pronostico pendono ovviamente tutti dalla parte delle venete, ma le atlete “tosco - emiliano- romagnole” lotteranno sicuramente sino alla fine.

Nel frattempo, i complimenti per aver raggiunto l’ennesima qualificazione alla post season riservata all'élite del rugby in rosa, tenendo alto il nome del club e della città.

Ultima modifica il Lunedì, 15 Luglio 2019 14:50
Andrea Nervuti

Amante del mondo anglosassone in ogni sua sfumatura: dall'atmosfera del piccolo pub di periferia fino alle luci della Premier League