Baseball – La Fortitudo batte San Marino e continua la fuga solitaria

Scritto da  Giu 15, 2019

 

 

Archiviata la sbornia europea, la Effe si risveglia nell’umida serata del “Gianni Falchi” di fronte all’ostico San Marino guidato da mister Chiarini, attualmente seconda forza del campionato. Leggermente scarica dal punto di vista psico-fisico, l’Aquila impiega 4 inning prima di sbloccare la sfida contro gli storici rivali del titano. Fatica sì, ma alla fine vince per 3 a 2 ed infila il 12° successo su 13 partite disputate, blindando così il primato in classifica.

Gara 2 è in programma questa sera nella piccola repubblica con inizio ore 19,30.

La partita. Ci vogliono 4 riprese per vedere la Effe segnare il primo punto di questo 7° turno di Regular Season. Con Ferrini già eliminato, Polonius risponde a Quavedo e scappa in prima. Successivamente, il pitcher ospite elimina Osman Marval ma, con Leonora nel box, l’olandese completa il giro rubando la seconda e poi concludendo il tour del diamante sulla palombella del compagno venezuelano. 1 a 0.

La risposta di San Marino arriva al 6° inning. Con due out sul tabellone e Reginato in seconda (valida più rubata), Epifani legna il lancio di Gouvea colpendo lo stesso partente biancoblù che involontariamente devia la pallina spiazzando la retroguardia bolognese. Reginato fugge fino a casa base e si va sull’1 a 1.

Al cambio di campo, l’UnipolSai contrattacca di prepotenza. Rimbalzante di Nosti, valida di Ferrini e grandissimo bunt di Polonius che porta tutti i corridori sui sacchetti. Con le basi piene e zero out, Chiarini cambia Quevedo con Perez. Il neo entrato elimina Marval, ma subisce la martellata di Leonora che riporta a casa Nosti e Ferrini: 3 a 1.

Nell’inning seguente, fra gli applausi del pubblico, entra Raul Rivero al posto di un buon Gouvea. L’omone spegne immediatamente le mazze ospiti subendo però il ritorno biancorosso durante l’8° attacco. Romero avanza in 1° sulla valida a sinistra, poi il singolo dell’ex Jose Flores lo spinge sino in terza. Sulla volata di sacrificio di Reginato, Romero completa il giro e San Marino accorcia le distanze: 3 a 2.

Il Falchi sente puzza di bruciato, ma Rivero ricomincia a tessere le fila e chiude la ragnatela difensiva agli attacchi sammarinesi eliminando Abanese, dopo che Epifani era finito in prima e Flores addirittura in terza.

Scampato il pericolo, la Effe amministra anche l’ ultimo disperato assalto ospite e chiude la contesa conservando quel punto di vantaggio che vale l’ennesima vittoria stagionale.

 

San Marino 0 0 0 0 0 1 0 1 0= 2

Fortitudo    0 0 0 1 0 2 0 0 X= 3

 

Foto archivio Bellocchio

 

Ultima modifica il Sabato, 15 Giugno 2019 10:29
Andrea Nervuti

Amante del mondo anglosassone in ogni sua sfumatura: dall'atmosfera del piccolo pub di periferia fino alle luci della Premier League