Stampa questa pagina

Baseball – Fortitudo aritmeticamente prima, arranca Castenaso

Scritto da  Lug 07, 2019

 

 

L’Aquila surclassa nuovamente uno spaesato Sipro Nettuno per 14 a 2 e torna sotto le Due Torri con uno “sweep” che vale aritmeticamente il primo posto in “regular season”. Si tratta di un successo dalla duplice importanza: da una parte il miglior piazzamento possibile in vista della griglia play-off scudetto. Dall’altra, l’automatico ingresso alla prossima Coppa dei Campioni.

Vittoria facile. Sulle sponde del Tirreno, va in scena una sorta di fotocopia della serata precedente, con la Fortitudo che rompe subito la resistenza nettunense per poi governare l’incontro sino alla chiusura anticipata giunta al 7° inning per “manifesta superiorità”.

Pronti via, le martellate di Ferrini, Vaglio (doppio), Agretti, Fuzzi e dello stesso Ferrini portano la Effe sul 7 a 0, indirizzando inevitabilmente la sfida verso il porto biancoblù. Al cambio di campo, la risposta dei padroni di casa non arriva e l’Aquila aggiunge altri due punti grazie alle valide di Marval e Grimaudo intervallate dal doppio di Paz.

Dopo una reazione - quantomeno d’orgoglio - da parte di Nettuno nel corso del terzo attacco, ecco che la Fortitudo dilaga realizzando un punto nel 5°(valide di Ferrini e Dobboletta, più errore difensivo), tre nel 6° (Grimaudo, seguito dai doppi di Agretti e Nosti), e uno nel 7° (triplo di Paz, volata di sacrificio di Vaglio) chiudendo la sfida per “manifesta” sul 14 a 2.

Certo, per il bene di questo sport sarebbe stato meglio assistere ad una “vera” gara tra queste due super potenze, ma troppo spesso gli interessi economici soffocano la passione dei tanti tifosi e nel “batti e corri” nostrano (vedi il fallimento di una corazzata come Rimini) sembra non esserci mai pace.

Ad ogni modo, la Fortitudo ha fatto il suo, onorando l’impegno e centrando anticipatamente l’obiettivo. Ora due gare ininfluenti ai fini della classifica, poi cominceranno ufficialmente i play off e con loro la caccia a quel "double" mai realizzato fino ad ora.

Castenaso in fondo alla classifica. Dall’altra parte del Savena, al contrario di una fiduciosa previsione iniziale, sta vivendo una brutta stagione la matricola Castenaso. Dopo aver vinto gara 1 contro Godo al “Teseo Bondi” infatti, la truppa di coach Nanni è stata sconfitta per 11 a 0 nella gara di ritorno in terra romagnola.

 

Foto Lorenzo Bellocchio

Ultima modifica il Lunedì, 15 Luglio 2019 14:12
Andrea Nervuti

Amante del mondo anglosassone in ogni sua sfumatura: dall'atmosfera del piccolo pub di periferia fino alle luci della Premier League