Baseball – Fortitudo nei guai: Parma vince anche gara 2!

Scritto da  Ago 04, 2019

 

 

Doveva essere la serata del riscatto, invece l’Aquila si è presentata insolitamente “molle” sul diamante del “Gianni Falchi”, subendo un punto nel primo inning e ben cinque nel secondo. La reazione è arrivata in netto ritardo rispetto al necessario e Parma ha chiuso la partita sul 6 a 3 portandosi in vantaggio di due vittorie nella serie di queste semifinali 2019.

La missione adesso è quasi disperata: serviranno due successi in trasferta al “Cavalli” per riportare la sfida in equilibrio e giocarsi la “bella” a Bologna.

La partita. Pronti via, Bassani concede una base per ball all’italo greco Koutsoyanopulos, facendolo poi avanzare sul successivo lancio pazzo. Dopo un bel duello, Zileri si salva sfruttando l’ errore di capitan Vaglio mentre il partente biancoblù concede un secondo passaggio gratuito, stavolta a Poma. Con le basi piene, arriva la giocata in scelta difesa di Sambucci ed il conseguente punto dello 0 a 1.

Al cambio di fronte, la Fortitudo sembra spuntata e Parma ringrazia.

Nel corso del 2° inning, i gialloblù mettono la freccia approfittando della serataccia del partente Bassani. Valida di Paolini, seguita da quella di De Simoni intervallata solamente dall’eliminazione di Grasso. Arriva la solita base per ball a Koutsoyanopulos, poi il singolo di Zileri manda a segno i due compagni prima del lungo fuoricampo a destra firmato Poma che fa esplodere lo spicchio di tifosi ospiti.

Parma 6, Bologna 0.

Esce Bassani entra Pizziconi. La ribellione biancoblù arriva nel 4° inning. Ferrini centra la valida, ruba la seconda e giunge in 3a su balk. Successivamente, un miracolo stile MLB dell’impeccabile Sebestiano Poma salva i suoi dall'orgoglioso ritorno dell’Aquila, con il figlio di Gianguido che prende al volo una pallina praticamente oltre le recinzioni tramutando un fuoricampo in una semplice “volata”. Bravo lui. Se non altro, Bologna accorcia portandosi sull’ 1 a 6.

La Effe non vuole mollare davanti al suo pubblico e nel 5° si avvicina ulteriormente. Base per ball ad Agretti,doppio profondo di Grimaudo e lancio pazzo su Nosti per il 2 a 6 firmato Agretti con Grimaudo che scappa in 3°. Nosti finisce out al volo ma arriva l’errore difensivo che riporta a casa l’esterno biancoblù. 6-3.

Tocca a Ferrini, ma la sorte non aiuta Bologna e la legnata di Josè rimbalza in pedana per poi finire direttamente nei guantoni ducali vanificando una bella situazione offensiva.

Non può trattarsi di un qualsivoglia alibi, ma tra spigoli dello steccato, cuscinetti sbucciati e mazze rotte, l’Aquila non è stata certo fortunata in questa doppia sfida.

Ad ogni modo, Parma cambia ancora sul moud al 6°: giù Aldegheri dentro il 39enne Oberto. La Effe non punge più, controllata dall’esperienza del nuovo entrato.

Gli inning passano e la Fortitudo sembra spegnersi lentamente.

Per l’ultimo assalto  biancoblù, Gianguido Poma risponde con la scelta di  Rivera in qualità di closer. Il nuovo pitcher svolge alla perfezione il suo ruolo e con la “salvezza” ottenuta manda tutti sotto la doccia con il punteggio di 3 a 6.

Martedì la classica sfida da “dentro o fuori” in quel di Parma.

Con un successo si allungherebbe la serie a gara 4. Una sconfitta, eliminerebbe clamorosamente i campioni d’Europa dalla corsa scudetto.

 

Foto Bellocchio

Ultima modifica il Domenica, 04 Agosto 2019 10:16
Andrea Nervuti

Amante del mondo anglosassone in ogni sua sfumatura: dall'atmosfera del piccolo pub di periferia fino alle luci della Premier League