Primoz Roglic Primoz Roglic Cycling Weekly

Giro dell'Emilia - Il Re del "San Luca"

Scritto da  Walter Panero Ott 06, 2019

Al mondo ci sono luoghi speciali, e la Madonna di San Luca con le Orfanelle (il porticato più lungo del mondo, dicono) è sicuramente uno di questi. 

Al mondo ci sono anche atleti speciali, e Primoz Roglic, 29 anni, di Trbovlje, Slovenia è sicuramente, a sua volta, uno di questi. 

Così oggi è accaduto che il luogo speciale e l'atleta speciale si siano incontrati. Per la seconda volta quest'anno. Un caso? No, I suppose. 

Si erano felicemente conosciuti in un assolato sabato di inizio maggio, quando proprio il luogo speciale, Bologna, il San Luca appunto, aveva regalato al ragazzo di Slovenia la prima maglia rosa dell'ultimo Giro d'Italia, che Roglic chiuse al terzo posto dietro al sorprendente campesino ecuadoriano Richard Carapaz ed al sempre nostro Vincenzo Nibali. 

Si sono nuovamente incontrati oggi, in un'altrettanto assolata, anche se meno calda, giornata di inizio ottobre. Cinque mesi dopo, durante i quali lo Sloveno qualcosa di buono lo ha combinato, oltre al citato piazzamento al Giro: dominare la Vuelta a Espana, per esempio. 

Cinque mesi dopo, si diceva. E sono state, come già a maggio, scintille. Ed è stato spettacolo, come solo questo finale meraviglioso (che mi permetto di segnalare all'Uci per un futuro Mondiale) sa regalare. Ed è stata gloria per il ragazzo di Slovenia che, a circa un chilometro dal traguardo, sul tratto più duro dell'erta finale, ha salutato tutti (tra gli altri Nibali, Bernal, Valverde, mica dei frilli qualsiasi!) involandosi verso il traguardo e presentandosi su di esso in perfetta solitudine davanti alla coppia rosa della “Education First” composta da Michael Woods e da Sergio Higuita. Quarto l'Olandese Bauke Mollema e quinto un deluso Alejandro Valverde (da un ex campione del mondo, ancorché quasi quarantenne, era lecito attendersi qualcosa di più, ma “addavenì” il Lombardia). 

Più indietro tutti gli altri, tra cui il vincitore dell'ultimo Tour de France Egan Bernal giunto nono a una trentina di secondi dal vincitore. 

Bravissimo dunque Primoz (oggi di nome e di fatto), che ti sei confermato oggi unico grande Re di Bologna e del San Luca. 

I Francesi, giunti a questo punto, ti dedicherebbero il loro “chapeau!”.

Ma a me invece oggi viene da dire, in maniera assai più casareccia e nostrana (onorando San Petronio ed il Bologna Calcio) , un bel  “SORBOLE!”. 



CLASSIFICA FINALE GIRO DELL'EMILIA 2019:

 

  1. Primoz ROGLIC (Slovenia) 5h08'08”

  2. Michael WOODS (Canada) a 15”

  3. Sergio Andres HIGUITA GARCIA (Colombia)a 15”

  4. Bauke MOLLEMA (Paesi Bassi) a 17”

  5. Alejandro VALVERDE (Spagna) a 17”

  6. Diego ULISSI (Italia) a 21”

  7. Pierre LATOUR (Francia) a 24”

  8. Jakob FUGLSANG (Danimarca) a 24”

  9. Egan Arley BERNAL GOMEZ (Colombia) a 28”

  10. Gianluca BRAMBILLA (Italia) a 32”