Stampa questa pagina
Corriere dello Sport - Intervista ad Alessandro Vaglio Fonte immagini: Lorenzo Bellocchio

Corriere dello Sport - Intervista ad Alessandro Vaglio

Scritto da  Nov 03, 2019

Venerdì scorso sulle colonne del “Corriere dello Sport – Stadio” è uscita un’intervista al capitano della Fortitudo e dell’Italia di baseball, Alessandro Vaglio. Con la stagione 2019 ormai finita da oltre un mese, e quella del 2020 ancora da inventare, le domande al seconda base bolognese sono state soprattutto un modo per ricordare la spettacolare annata della Fortitudo, e per fare il punto su quanto accaduto in ottobre agli Azzurri.

Ed ovviamente le prime domande sono proprio sulla stagione dei record, infatti la Effe non aveva mai vinto Campionato e Coppa Campioni come avvenuto quest’anno, e non aveva mai vinto due Scudetti di fila, come avvenuto tra 2018/2019. Vaglio ha sottolineato come ogni vittoria abbia una storia a sé e lasciano bei ricordi, ma sfatare due tabù del genere imprime il proprio nome nella storia del club, ed è quindi una soddisfazione maggiore. La cartolina della stagione secondo il capitano biancoblù è senza dubbio la vittoria dell’European Champions Cup proprio al “Gianni Falchi” di Bologna, col pubblico che gremiva gli spalti come poche volte si vede in Italia.

La Fortitudo ad inizio 2019 aveva cambiato molto e non era la favorita, Vaglio ha evidenziato come tutti lo sapessero ma come ogni giocatore abbia subito trovato la propria dimensione e la propria motivazione rendendosi fondamentale per la vittoria finale. Il giocatore ha anche sottolineato come d’altra parte, la società non abbia mai fatto mancare loro nulla, per centrare gli obiettivi prefissati, ed ha dichiarato che la prossima stagione si ripartirà come sempre, dando il massimo per cercare di vincere ancora una volta.

Alessandro Vaglio e Raul Rivero esultanoL’intervista uscita sull’inserto bolognese “Più Stadio”, all’interno del “Corriere dello Sport - Stadio” ha poi virato sulla nazionale, visto che finiti i campionati si sono disputati l’Europeo e la Qualificazione Europa/Africa alle Olimpiadi del 2020. Dopo un buon secondo posto nel torneo continentale, è arrivata l’esclusione da Tokyo 2020, con una prestazione inaspettatamente negativa. Il capitano azzurro ha indicato come uno dei possibili problemi  la situazione del baseball in Italia, con il movimento che purtroppo zoppica un po’. Ci sono poche partite e non tutte le realtà sono fortunate come quella bolognese a livello di possibilità (senza contare che chi gioca a baseball anche in Serie A deve comunque anche lavorare, ndr). In più ha evidenziato come purtroppo ci sia stato poco tempo in azzurro per creare un gruppo coeso, che quindi ha faticato più del previsto ad esprimere il proprio gioco.

L’intervista si è poi chiusa con Vaglio che ha raccontato come dopo nove anni ormai si senta a casa qui a Bologna e come viva in simbiosi con la città, i tifosi ed i ragazzi che si allenano nelle giovanili con l’idea di diventare un giorno dei campioni. Alessandro si dice rapito dal mix tra giovinezza universitaria e storia della città, dal cibo e dalla bellezza dei colli, ma il posto migliore di Bologna per lui rimane il manto erboso del “Gianni Falchi”.

 

Il palmares

  • 1 MVP della Serie A italiana (2014)
  • 4 Scudetti (2014, 2016, 2018, 2019)
  • 4 Coppe Italia (2012, 2015, 2017, 2018)
  • 3 European Champions Cup (2012, 2013, 2019)
  • 1 Campionato Europeo con la maglia dell’Italia (2012)
Ultima modifica il Giovedì, 31 Ottobre 2019 17:43
Simone Zanetti

Simone Zanetti (aka Eldias), parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu e (presunto) web-master del sito.
Appassionato di Bologna ed Archeologia, oltre a tifare Bologna FC e Fortitudo Baseball, tifa (inspiegabilmente) per il Cruz Azul.