Nuova Toyota Yaris

Scritto da  Gen 09, 2020


  È stata concepita la quarta generazione della citycar ecologica di casa Toyota. La Yaris – piccola utilitaria di segmento B - ha un nuovo frontale contraddistinto da uno sguardo litigioso e una coda caratterizzata da un fascio nero che unisce i gruppi ottici posteriori. Anche i passaruota sono stati ridisegnati, essendo più bombati conferiscono all’auto un aspetto più stabile e sportivo.
L’obiettivo degli ingegneri Toyota è stato quello di creare l’automobile da città compatta più sicura al mondo. Il loro impegno consta nella progettazione - e messa su strada – di automezzi “green”, sempre più all’avanguardia e alla portata di tutti. Questa simpatica vettura dall’aspetto frizzantino - con confort e sicurezza ai massimi livelli della categoria - sarà in vendita sul mercato italiano intorno all’estate del 2020 ad un prezzo inferiore a 20 mila euro. 

 

  Aggiornamenti. Tra i nuovi dispositivi di assistenza alla guida che costituiscono il veicolo, è evidenziato l’Active Cruise Control con funzione Stop&Go (di serie). Questo sistema permette il transito dell’auto ad una distanza minima predefinita dal mezzo che la precede. In seguito alla riduzione della distanza, l’apparato provvede a diminuire la velocità fino a fermare l’autoveicolo se necessario. Viceversa, se la distanza aumenta, il meccanismo accelera gradualmente l’andamento della macchina fino alla velocità stabilita.
Un altro tra i dispositivi di sicurezza di serie è il Lane Tracing Assist (mantenimento della corsia - LTA). Questo congegno fornisce assistenza al conducente nel controllo della sterzata. Il processo avviene tramite input inviati allo scopo di mantenere l’autovettura al centro della corsia.
È inoltre sottolineata la presenza di un nuovo cuscino di airbag centrali che ha il compito di proteggere i passeggeri in caso di impatto laterale.
Tra gli optional compare anche l’Head-Up Display (HUD), un apparecchio che consente di vedere le principali informazioni del cruscotto direttamente proiettate sul parabrezza.

 

  Dimensioni. Grande e piccola allo stesso tempo, l’ultima generazione della Yaris è stata completamente riprogettata: oltre agli aggiornamenti in termini di apparecchiature, è stata introdotta la piattaforma TNGA-B (Toyota New Global Architecture), per la prima volta utilizzata dal marchio su veicoli compatti. Questo nuovo pianale rende l’utilitaria nipponica più larga (1,74m) e leggermente più bassa (1,47m), migliorando l’abitabilità degli interni e offrendo un passo più lungo di ben 5cm (2,56m). La lunghezza complessiva della nuova di casa Toyota, di poco inferiore al modello precedente, arriva quasi a toccare i 4 metri.
La nuova struttura interna della Yaris dispone di un baricentro ribassato e di un telaio decisamente più bilanciato, questo gioca a favore di una miglior stabilità e maneggevolezza. In aggiunta, una scocca generalmente più rigida migliora il piacere di guida e il confort.

 

  Motori. Sono solo due le motorizzazioni preannunciate per l’uscita del modello, entrambe tre cilindri: un 1.0L benzina (da circa 70cv) con cambio manuale e un 1.5L Hybrid Dynamic Force associato ad un cambio automatico e-CVT a variazione continua (rimpicciolito del 9%). Quest’ultima configurazione è il risultato della collaborazione di due power units, una termica (91cv) e una elettrica, per una potenza complessiva di 115cv.
Tra le novità introdotte insieme a questo innovativo motore ibrido è indispensabile citare le nuove batterie agli ioni di litio. Queste ultime riducono il loro peso fino al 27% assicurando – grazie ai moderni materiali utilizzati - una maggior potenza e una migliore coppia in accelerazione.

 

  Consumi. Lo sviluppo del nuovo sistema Full Hybrid assicura bassi livelli di emissioni. Risultano notevoli i miglioramenti e i requisiti di efficienza del nuovo propulsore “elettrificato”: il rapporto tra l’impiego di combustibili fossili e i gas emessi nell’atmosfera è diminuito conferendo al mezzo un carattere scattante ma, allo stesso tempo, parsimonioso.
Nelle percorrenze urbane l’auto può viaggiare per oltre l’80% del tempo in modalità completamente elettrica, assicurando consumi che girano intorno ai 30 km/l. Infine, in modalità di guida EV è possibile percorrere 4-6 km (a seconda del piede) utilizzando unicamente il motore elettrico.

 

Ultima modifica il Giovedì, 09 Gennaio 2020 16:38
Matteo Guerra

Nato in Emilia-Romagna, regione d’eccellenza motoristica italiana, studio Comunicazione a Bologna. Intraprendo un percorso formativo mirato al mondo del giornalismo nell’ambito dell’automobile. Forte appassionato di tutto ciò che riguarda motori e velocità.