Genesis GV80 Genesis GV80 motorbox.com

Big Automotive Innovations – Hyundai e il comfort acustico

Scritto da  Feb 13, 2020


A meno che non si possieda un’auto sportiva – che con il rombo del motore annulla ogni altro fastidioso rumore – i fruscii e le vibrazioni rappresentano da sempre un punto a sfavore di molte vetture.
È possibile ridurre i rumori generati dagli attriti del veicolo? La risposta è si! Come? Vediamolo nel dettaglio.

Gli interventi dei tecnici per risolvere questa problematica possono essere di due tipi: passivi ed attivi. Questi permettono di aumentare il comfort acustico nell’abitacolo e di rendere le percorrenze estremamente più piacevoli.

Interventi passivi. Nel primo caso – per ridurre gli insopportabili rumori – la soluzione sussiste in varie modalità di isolamento interno; tra queste, la più utilizzata rimane l’insonorizzazione tramite rivestimenti fonoassorbenti. Questo tipo di provvedimento è impiegato dalla maggior parte delle case automobilistiche e consiste nell'aggiungere componenti, tra i pannelli interni ed esterni, con lo scopo di isolare l'abitacolo del mezzo. Ciò però può causare alterazioni nei confronti del peso e di conseguenza dei consumi e delle emissioni di CO2. 

Interventi attivi. Secondariamente è necessario occuparsi del problema in altro modo, agendo attivamente. 
L’azienda coreana Hyundai – in collaborazione con Harman Kardon International, leader mondiale negli impianti hi-fi per l’automotive – in seguito a vari prototipi e prove messe in atto dagli ingegneri del suono, ha realizzato un nuovo dispositivo in grado di “assorbire”, fino quasi ad annullare, le fastidiose note acustiche della strada.
Questa tecnologia innovativa, introdotta per la prima volta sul nuovo SUV Genesis GV80 (Genesis è un prestigioso marchio creato da Hyundai, per ora risulta assente sul mercato italiano), è stata denominata RANC (Road Noise Active Control). Essa, consiste in un sistema che agisce attivamente sulle onde sonore, neutralizzando quelle provenienti dall’esterno del veicolo. L’apparecchio opera registrando e analizzando istantaneamente le diverse tipologie di vibrazioni esterne. Tramite l’intervento del DSP (Digital Signal Processor), riproduce flussi sonori invertiti con lo scopo di sopprimere i tremolii dell’abitacolo.
Attraverso l’utilizzo di sensori accelerometri collocati lungo le sospensioni e il telaio, il sistema fa una velocissima previsione dei rumori provenienti dall’esterno, permettendo così la creazione di onde sonore contrarie. Queste poi vengono diffuse all’interno del veicolo fino a dimezzare gli spiacevoli suoni esterni.
L’ evoluto impianto audio offre la possibilità di utilizzare materiali e strutture sempre più leggere. Ciò è quindi funzionale alla diminuzione di peso, dei consumi e delle emissioni del veicolo.



Fonte: villaggiotecnologico.it

Ultima modifica il Giovedì, 13 Febbraio 2020 18:41
Matteo Guerra

Nato in Emilia-Romagna, regione d’eccellenza motoristica italiana, studio Comunicazione a Bologna. Intraprendo un percorso formativo mirato al mondo del giornalismo nell’ambito dell’automobile. Forte appassionato di tutto ciò che riguarda motori e velocità.