Sony Vision-S Sony Vision-S macitynet.it

Big Automotive Innovations – Sony Vision-S: la prima auto del colosso nipponico

Scritto da  Apr 30, 2020


La protagonista dell’articolo di questa settimana è una multinazionale giapponese conosciuta in tutto il mondo. La sua fama è dovuta al successo nella produzione di beni elettronici di consumo, parliamo di Sony.

Al CES 2020, la più grande e famosa esposizione riguardante elettronica e tecnologia, è stata presentata la concept elettrica Vision-S
La sua produzione si è avverata grazie alla collaborazione avvenuta con Magna Steyr, Nvidia, Continental, Bosch, ZF e Qualcomm.
Vediamo le principali caratteristiche al centro di questo progetto hi-tech.


Panoptes, il mezzo che vede tutto
. Grazie alla presenza di 33 sensori, Vision-S è predisposta alla rilevazione di dati interni ed esterni all’abitacolo. 

Una visione totale. Al veicolo è stata applicata la tecnica LIDaR (Laser Imaging Detection and Ranging). Questo vero e proprio apparato individua, riconosce e determina la distanza di un bersaglio mediante un raggio laser. La fusione di molteplici sensori rende quindi possibile l’analisi ottimale delle condizioni di guida, per un confort e una sicurezza ai massimi livelli.
Inoltre, Sony dichiara che il software che equipaggia il modello garantisce una guida autonoma di livello 2, permettendo all’auto di mantenere la corsia ed accelerare/frenare a prescindere dal guidatore. Oltre a ciò, tutte le tecnologie sono già programmate alla guida autonoma di quarto livello; il conducente, grazie a particolari aggiornamenti software, potrà diventare passeggero. In questo caso, non ci sarà quindi nessun bisogno di prendere il comando della vettura, che procederà in maniera del tutto indipendente.

 extremetech.com

Interni futuristici. Grazie ai sensori, presenti in abbondanza anche all’interno dell’abitacolo, le capacità attentive del conducente sono all’occorrenza monitorate. In più, è possibile comandare le varie interfacce tramite controllo gestuale. 
L’elettronica di bordo è caratterizzata dalla presenza di un sistema di infotainment dotato di uno schermo. Questo percorre tutto il cruscotto, grazie all’intelligenza artificiale ogni cosa è a portata di mano.
In aggiunta, l’impianto 360 Reality Audio assicura un’esperienza di bordo senza precedenti: con i diffusori integrati ai sedili, ogni utente può immergersi nella sua “zona di ascolto”. 

Questo avveniristico mezzo – che non verrà mai realizzato in serie – è un’autentica esibizione delle ultime idee e tecniche del colosso giapponese.

 

Fonte: sony.net

Ultima modifica il Giovedì, 30 Aprile 2020 18:06
Matteo Guerra

Nato in Emilia-Romagna, regione d’eccellenza motoristica italiana, studio Comunicazione a Bologna. Intraprendo un percorso formativo mirato al mondo del giornalismo nell’ambito dell’automobile. Forte appassionato di tutto ciò che riguarda motori e velocità.