Lamborghini Huracán EVO RWD Spyder Lamborghini Huracán EVO RWD Spyder FormulaPassion

Carspillar – Lamborghini Huracán EVO Spyder: torna la trazione posteriore

Scritto da  Mag 12, 2020

Per la rubrica dedicata alle vetture della MotorValley, questa settimana parleremo della nuova Lamborghini Huracán EVO RWD Spyder. Con questo modello – basato sul restyling della versione coupé, avvenuto nel 2019 – il marchio riacquisisce in gamma una nuova spyder a trazione posteriore, perfettamente in linea con la purezza sportiva tipica di Automobili Lamborghini.

Oggi, con lo scopo di presentarvi questa magnifica creatura, vi accompagneremo in un nuovo spazio e in un altro tempo.
Torniamo al 7 maggio 2020 quando Lamborghini – a causa della limitante situazione pandemica – decide di presentare virtualmente la sua nuova supersportiva. Infatti, sul sito ufficiale lamborghini.com, grazie alla realtà aumentata, è possibile fare esperienza dell’ultima supercar in ogni dettaglio, compreso l’identificativo rombo del V10

Come ha sottolineato Stefano Domenicali, Chairman e CEO di Automobili Lamborghini, “La Huracán EVO RWD Spyder raddoppia il divertimento di guida, offrendo un piacere puro e l’opportunità di celebrare la vita all’aria aperta. Il conducente è immerso nell’eredità ingegneristica Lamborghini, può sentire il feedback e il fascino di una vettura a trazione posteriore in cui l’intrusione dell’elettronica è ridotta al minimo, godendosi la sensazione di libertà e vitalità che solo la guida open-top può offrire”

 alvolante.it

Guida en plein air in leggerezza. La carrozzeria poggia su un telaio ibrido composto da alluminio e carbonio che, insieme ad altre componenti in resina termoplastica, permette al veicolo di raggiungere un peso a secco di 1509 kg. La massa della spyder, distribuita tra anteriore e posteriore in relazione ad un rapporto 40/60, è gestita tramite un sistema frenante che adotta dischi in acciaio ventilati e forati. Questi, grazie anche a pneumatici Pirelli P Zero progettati ad hoc, forniscono sicurezza e un alto controllo del mezzo.
La capote, elemento rivisitato per contribuire alla riduzione di peso, che sia aperta o chiusa, conferma il carattere aggressivo della vettura. Le nette forme esterne, tipiche di un temperamento degno della Casa del Toro, sono state ulteriormente riviste al fine di garantire un’elevata efficienza aerodinamica in ogni condizione.

Coinvolgimento assicurato. Con la reintroduzione della trazione posteriore (RWD), al pilota sono chiaramente richieste buone abilità di guida. Inoltre, considerando l’esordio del nuovo sistema di controllo della trazione P-TCS (Performance Traction Control System), appositamente studiato per correggere delicatamente gli eventuali errori, è possibile scaricare a terra tutte le eccezionali prestazioni del motopropulsore da 610 CV.

L’auto che ridefinisce il concetto di libertà. Il sound tipico del V10 unito alla capote abbassata sono le caratteristiche che hanno permesso di integrare all’auto il concetto di libertà: “L’uomo si sente libero nella misura in cui può amare le cose (e gli esseri) da cui dipende” (Gustave Thibon). Grazie al programma Lamborghini Ad Personam, l’acquirente ha la possibilità di personalizzare il veicolo in modo da renderlo, in ogni sua parte, adatto al proprio gusto. Infine, l’aggiunta di nuovi colori e finiture permette la completa fusione del proprietario con la sua quattroruote. 

In estate è prevista la consegna ai primi clienti; la Huracán EVO RWD Spyder, con un’accelerazione 0-100 di 3,5 secondi e una velocità di punta di 324 km/h, è in vendita a partire da € 175.838 (IVA esclusa)

 

 

Fonte: Lamborghini Media Center

 

 

Ultima modifica il Martedì, 12 Maggio 2020 16:59
Matteo Guerra

Nato in Emilia-Romagna, regione d’eccellenza motoristica italiana, studio Comunicazione a Bologna. Intraprendo un percorso formativo mirato al mondo del giornalismo nell’ambito dell’automobile. Forte appassionato di tutto ciò che riguarda motori e velocità.