Fortitudo Baseball: Buona la prima contro Nettuno - 14 mag

Scritto da  Redazione Mag 14, 2016

 

 

UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna ha battuto il Nettuno con il risultato di 6 a 2 nella prima gara del trittico che si gioca allo stadio Steno Borghese della cittadina laziale, una delle tre sfide nel programma del sesto turno d’andata del campionato IBL 2016.


I padroni di casa hanno scelto di opporre i loro lanciatori italiani agli stranieri biancoblu, operando dunque lo “switch” per trovarsi poi in condizione opposta in una delle prossime due partite del weekend. Matt Zielinski come annunciato da Frignani è stato il partente della UnipolSai e ha ottenuto con una prova autorevole il terzo successo personale della stagione, tirando 6.1 riprese, impreziosite da 9 strikeout, a fronte di 4 valide, 2 basi ball e un colpito, subendo 2 punti (non PGL) al quinto inning, battuti da due “pessimi clienti” come Mazzanti e Imperiali. Preziosa la gara di Brent Buffa, che poi ha lanciato poco meno di due riprese da “setup”, bloccando i tentativi di rimonta dei locali, per poi passare la palla a Scott Patterson che ha chiuso la “staffetta” con sicurezza. Un elogio va comunque anche al partente del Nettuno, Milvio Andreozzi, che ha garantito l’equilibrio del punteggio oltre che un interessante “pitching duel” fino a quando è stato in campo. Importante ai fini del successo biancoblu la prova di Juan Carlos Infante, autore di due valide, tra le quali un doppio, e due volate di sacrificio che hanno mandato a punto in entrambi i casi Sambucci, una volta per il pareggio al sesto inning, una volta per il “punto della staffa” battuto al nono inning. Lo stesso Sambucci e Grimaudo hanno contribuito con due valide a testa e un punto battuto a casa entrambi. Valide anche per Liverziani (che ha portato i suoi in vantaggio al quinto inning), Ambrosino e Fuzzi, per un totale di 10, il doppio rispetto a quelle ottenute dal Nettuno. Infine, 14 corridori lasciati in base e 3 errori difensivi sono elementi sui quali riflettere e lavorare.

Arrivano al primo inning le prime valide del match, ad opera di Marval (UnipolSai) e Fondin (Nettuno), ma la prima metà dell’incontro vive sotto l’egida dei lanciatori. La Fortitudo non approfitta di qualche ball di troppo tirato dall’ottimo Andreozzi e nelle prime tre riprese lascia sempre due corridori in base. Al quinto inning il calo dei due partenti permette al risultato di sbloccarsi. Nella parte alta apre la valida di Infante, che avanza sul sacrificio di Vaglio e successivamente, con due eliminati e Marval in base intenzionalmente, è il singolo al centro di capitan Liverziani a decretare il vantaggio degli ospiti. Al cambio di campo non si fa attendere la reazione del Nettuno, che apre con un doppio a sinistra di Maldonado, che avanza in terza sul bunt di Sellaroli, mal difeso da Zielienski. Con uomini agli angoli Fondin smorza per lo squeeze, ma c’è l’out a casa base per la difesa questa volta attenta del pitcher biancoblu, che però prima colpisce Sanchez, riempiendo le basi, poi concede quattro ball a Mazzanti che valgono il pareggio “forzato”, infine nulla può per evitare la volata di sacrificio di Imperiali, che porta in vantaggio i suoi. La Fortitudo non si scompone e trova l’immediato pareggio, decretando anche la resa del partente locale. Al sesto inning, con un out, i singoli in sequenza di Sambucci e Grimaudo, seguiti dalla base guadagnata da Fuzzi a riempire i cuscini. Morellini rileva Andreozzi ma non evita la volata di sacrificio di Infante, che vale il pareggio biancoblu. Nella parte bassa i bolognesi soffrono di nuovo perché Davenport inizia con un doppio al centro, avanzando in terza sul sacrificio di Trinci. Il partente biancoblu annulla il pericolo con uno strikeout e facendo battere Sellaroli in diamante. Al settimo inning, Bologna continua la sua pressione e passa con altre due segnature, riprendendo in mano l’incontro. Cedeno conquista una base preziosa e altrettanto fa Liverziani, dopo l’out di Marval. Sulla battuta in scelta difesa di Ambrosino, Cedeno avanza in terza e segna agevolmente sulla valida di interna di Sambucci. Segna anche Ambrosino dalla seconda sul singolo di Grimaudo. Al cambio di campo, Zielinski completa la sua prova con il nono strikeout e Buffa ottiene le altre due eliminazioni. All’ottavo inning Infante batte un doppio e va in terza sull’out di Vaglio, ma Cedeno e Marval non trovano il contatto per mandarlo a segno. Al cambio di campo, pericolo con uomini agli angoli, senza out (base a Imperiali e singolo di Giannetti), ma Buffa ne esce alla grande con uno strikeout e facendo battere Trinci in doppio gioco. Al nono inning l’UnipolSai arrotonda e ipoteca il risultato con altre due segnature. Base a Liverziani, singolo di Ambrosino e base a Sambucci per riempire i cuscini. Una valida di Fuzzi e una volata di sacrificio di Infante portano il punteggio sul 6 a 2, con Patterson a difendere il risultato acquisito.

Ultima modifica il Domenica, 27 Novembre 2016 11:00