Formula 1 - Qualifiche Gp di Toscana : Nella prima al Mugello Leclerc centra la quinta posizione, ad Hamilton la pole

Scritto da  Set 12, 2020

La 1000° per la Ferrari. Livrea amaranto per Scuderia del cavallino in occasione del proprio 1000° GP in Formula 1, prima scuderia a raggiungere tale traguardo; tonalità ispirata a quella della 125F, l’auto con cui Ascari e la scuderia di Maranello debuttarono nel 1950 in occasione del Gp di Monaco. La prima al Mugello coincide anche con il ritorno del pubblico sugli spalti della Formula 1. Gli appassionati prendono posto ordinatamente e, nonostante le prestazioni delle ultime gare, il colore rosso è la scelta unanime.

Le qualifiche. Anche oggi la Q1 regala sorprese, ma i tifosi Ferrari possono tirare un sospiro di sollievo, entrambi i piloti riescono centrare la Q2, Vettel con un colpo di reni nel finale riesce a non essere risucchiato in 16° posizione per appena 43 millesimi. A cadere è invece Gasly, fresco vincitore del Gp d’Italia, che non riesce a trovare il feeling giusto con la pista. La Q2 miete invece la prima vittima di rilievo: Vettel conquista un posizione e chiude 14°. Nell’ultimo giro di giostra si consolida al comando il tridente dei sogni: Hamilton, Bottas e Verstappen. Leclerc riesce ad agguantare un discreto tempo su gomme nuove e a centrare la quinta posizione.

Questa la top 10:

1. Hamilton in 1’15”144

2. Bottas a 0’059

3. Verstappen a 0’365

4. Albon a 0’810

5. Leclerc a 1’126

6. Perez a 1’167

7. Stroll a 1’212

8. Ricciardo a 1’399

9. Sainz a 2’726

10. Ocon senza tempo

 

Interviste nel dopo qualifica. Hamilton: “Ci avevo già guidato qui, nel 2005. E’ un circuito molto impegnativo, ho dovuto lavorare sodo per studiare su come migliorare le traiettorie, Valteri era stato davanti con me.”. Leclerc: ”Torniamo da due weekend molto difficili per la squadra. Non mi aspettavo il quinto posto, sono contentissimo. Abbiamo lavorato bene con una macchina che mi ha dato buone sensazioni in qualifica, bilanciamento migliorato. Ci sono 3/4 macchine dietro di me capaci di andare più forti di noi, ma il mio lavoro è questo e cercherò di mantenere la posizione”.

Ultima modifica il Sabato, 12 Settembre 2020 16:48
Michael Mucci

La vita è come un sentiero avvolto dalla nebbia: devi avere il coraggio di cercare e prendere delle deviazioni.

Appassionato di viaggi, fotografia e Bologna FC. Sogno nel cassetto: diventare un Fotoreporter.