Presentazioni F1: AlphaTauri punta in alto

Scritto da  Claudio Fargione Feb 19, 2021

La romagnola del Circus si mostra oggi

La seconda F1 a mostrare le sue forme in vista della stagione 2021 è l’AlphaTauri. Giunta alla seconda stagione con la nuova denominazione mutuata dal marchio di abbigliamento di Red Bull, la scuderia faentina punta in alto dopo le soddisfazioni del 2020. A seguire: Gasly vince a Monza


Si riparte da Monza

Nonostante un passo indietro nella classifica costruttori, dal sesto posto del 2019 al settimo del 2020, la stagione appena passata ha portato alla “nipotina” del leggendario Minardi Team la grandissima soddisfazione della vittoria a Monza. A distanza di 12 anni dal bagnatissimo trionfo di Vettel con l’allora Toro Rosso, Pierre Gasly ha sfruttato gli eventi di una gara rocambolesca e la grande velocità della AT01 per portare in via Spallanzani la coppa del Gran Premio d’Italia per la seconda volta. Anche il bottino di punti raccolti ha visto un incremento importante grazie anche ad alcune solide prestazioni di Daniil Kvyat (vedi per esempio il quarto posto artigliato di forza ad Imola) e gli uomini guidati da Franz Tost vogliono confermare la tendenza in crescita. La battaglia di centro gruppo con McLaren, Alpine, Aston Martin e, probabilmente, Ferrari si annuncia serrata anche per il 2021. Non sono ammessi passi falsi per risalire la classifica costruttori dove ogni posizione scalata o scesa si trasforma in milioni di dollari guadagnati o persi. 

Gasly impegnato alla Variante Ascari: sta per vincere il Gran Premio d’Italia (Copyright ANSA)

Il nuovo samurai

Esperienza ed alcune buone prestazioni non sono state sufficienti a Kvyat per ottenere la riconferma. Dopo un lustro passato tra Milton Keynes, Faenza ed il simulatore di Maranello, il russo è stato definitivamente “tagliato” dall’implacabile Marko per fare posto a Yuki Tsunoda. Il giovane giapponese ad oggi è un oggetto misterioso per tanti appassionati, ma merita attenzione. A nemmeno 21 anni il nipponico è reduce dal passaggio nell’arco di sole tre stagioni dalla Formula 4 nazionale alla Formula 2. In questo lasso di tempo Yuki ha mostrato una caratteristica molto interessante: le sue prestazioni sono migliorate con l’aumentare della potenza delle vetture, sintomo di doti naturali non comuni. Tsunoda nella sua unica stagione in formula cadetta ha subito colto la pole position all’esordio ed il podio di campionato. Se a ciò si somma l’intenso programma di allenamento che sta svolgendo al volante della Toro Rosso 2018 (vi abbiamo documentato in diretta video i suoi test imolesi di gennaio) è facile intuire come l’esordiente dagli occhi a mandorla vada seguito con attenzione nella stagione che sta per iniziare. Per la gioia di Honda, prossima al disimpegno dalla massima formula ma ben felice di poter spingere un connazionale al volante.

Tsunoda al Red Bull Ring nel 2019: la sua stagione di esordio in Formula3 (Copyright Lukas Raich)

AT02: quanto c’è di nuovo?

Anche per AlphaTauri vale il discorso delle altre monoposto 2021: quanto ci sarà di davvero nuovo in questa stagione di forzata stabilità tecnica? Sotto la pelle la AT02 (anche la sigla conferma la continuità di progetto) dovrebbe avere molto in comune con la RB16, ovvero la monoposto messa in pista lo scorso anno da Red Bull. Come le altre scuderie clienti, AlphaTauri ha la possibilità di montare diverse componenti meccaniche già collaudate e soprattutto omologate dalla casa madre. Questa scelta consente di avere a disposizione le poche modifiche permesse dal regolamento per intervenire su altre aree della monoposto. Dalle indiscrezioni trapelate l’ufficio tecnico di Faenza si è concentrato soprattutto sull’anteriore della monoposto (area strategica per la gestione dei flussi che investono l’intera vettura) ma anche su impianto frenante e sistema sospensivo. Specie quest’ultimo elemento può rivelarsi cruciale nell’incremento delle prestazioni consentendo una maggiore flessibilità nella scelta degli assetti per i diversi tracciati. La continuità di prestazione sarà l’elemento chiave nella lotta serrata tra i team di centro gruppo ed azzeccare l’assetto giusto rapidamente su ogni pista sarà decisivo per i risultati.

Gasly scende in pista a Imola nel “filming day” 2020 (Copyright Scuderia AlphaTauri)

Battesimo imolese

Con l’odierna presentazione “on line” non è sicuramente possibile rilevare qualcosa che vada al di là della livrea o delle semplici forme macroscopiche della monoposto nata nella Motor Valley. Appendici aerodinamiche ed elementi meccanici “sotto pelle” resteranno ben celati sino all’arrivo in Bahrain. I primi “vagiti” della nuova nata si potranno invece udire mercoledì prossimo nel “filming day” che AlphaTauri ha fissato già da tempo all’Autodromo di Imola. In questa giornata l’AT02 percorrerà i suoi primi 100 chilometri (massimo regolamentare consentito) e chissà che non sia possibile scoprire qualcosa di più sulla vettura. Noi di 1000 Cuori – Motor Valley cercheremo di raccontarvelo ancora una volta “live” dall’Enzo e Dino Ferrari.

Restate connessi!