Presentazioni F1: Alfa Romeo, l’obbiettivo è migliorarsi SkySport

Presentazioni F1: Alfa Romeo, l’obbiettivo è migliorarsi

Scritto da  Feb 22, 2021

La terza monoposto del mondiale 2021 di Formula 1 ad essere svelata, dopo McLaren e Alpha Tauri, è la C41 di casa Alfa Romeo al 4° anno di collaborazione con Sauber. La nuova combinazione di colori rende la livrea di questa monoposto ancora più accattivante e candida la C41 ad essere una delle più belle vetture in griglia di questa stagione. Sotto la scocca ancora una volta un motore Ferrari, senza dubbio uno dei tanti mali della scorsa stagione, mentre i dettagli aereodinamici più evidenti ad una prima occhiata riguardano l’anteriore: da questo punto i vista si è cercato di mantenere una certa continuità con la stagione passata, parola di Monchaux il DT della squadra: I riscontri in galleria del vento sono stati positivi, abbiamo avuto dati interessanti in termini di qualità dei flussi, abbiamo scelto di continuare”. 

 

“Squadra che vince non si cambia”, ma nel caso di Alfa Romeo si è deciso non cambiare per l’ottimo rapporto che si è sviluppato tra Raikkonen e Giovinazzi; Iceman ha definito il pilota di Martina Franca come uno dei suoi unici due amici del Paddock (l’altro è Vettel). E così si è scelto la linea della continuità dopo che Mick Schumacher era sembrato vicinissimo lo scorso autunno prima della definitiva conferma di Antonio. Una coppia di piloti senza una vera prima guida, o pilota di punta, ma ricca di esperienza e qualità da una parte, freschezza e determinazione dall’altra. Qualità che dovranno essere assecondate da una macchina degna del nome Alfa Romeo considerando anche che al progetto è affiancato un altro pilota di grande esperienza come Robert Kubica in qualità di terzo pilota. Così Raikkonen e Giovinazzi oggi durante la prestazione:

Raikkonen: “E’ bello vedere la nuova vettura. Mi auguro di andare meglio rispetto la scorsa stagione. Solamente alla prima gara in Bahrein, tra un mese, sapremo dove saremo; noi faremo del nostro meglio”.

Giovinazzi:E’ la macchina più bella da quando sono qui, spero sia anche la più veloce. Il mio obbiettivo, come pilota, è quello di continuare a migliorare, fare un passo in avanti. Conquistare un podio sarebbe il sogno finale, è quello che il team merita”.

L’alfa Romeo Racing è chiamata a riscattare la peggior stagione vissuta dal suo ritorno in Formula 1 datato 2018. Non ci sono scuse, il 2020 è stato un anno difficile per tutti i Team, la C39 non è stata una monoposto in grado di garantire ai propri piloti una lotta costante per le posizioni che valgono punti a causa di un motore scarico e una forte mancanza di grip. Punti, solo 8 equamente divisi dai due piloti, raccolti più per le qualità di Raikkonen e Giovinazzi e per l’entropia di gare ricche di incidenti e condizioni atmosferiche al limite. L’unica gioia di questa nefasta annata per i tifosi del biscione può essere riassunta però nei due minuti probabilmente più belli dell’intera stagione 2020 di Formula 1:

https://www.youtube.com/watch?v=2ChdaNDFI30 

L’obbiettivo è quello di riprendere il cammino dove si era fermato e migliorarsi, così il team principal dell'Alfa Romeo Racing, Frédéric Vasseur: "Il lancio della monoposto è il culmine di mesi di sforzi da parte di tutti in fabbrica e l'inizio di una nuova avventura. La filosofia sarà la stessa, domani dobbiamo fare un lavoro migliore di quanto fatto fin qui”.

L’Alfa Romeo Racing riparte così dai suoi due piloti, una delle pochissime coppie riconfermate, e andrà alla ricerca di se stessa dopo la pesante e inconcludente stagione passata. La C41 sarà all’altezza delle aspettative e delle cugine che nel 2018 e 2019 avevano fatto ben sperare per la scuderia italo-elvetica?

Ultima modifica il Lunedì, 22 Febbraio 2021 18:38
Michael Mucci

La vita è come un sentiero avvolto dalla nebbia: devi avere il coraggio di cercare e prendere delle deviazioni.

Appassionato di viaggi, fotografia e Bologna FC. Sogno nel cassetto: diventare un Fotoreporter.