Motor Valley Fest - “The Race of Made in Italy”

Scritto da  Lug 05, 2021

Il presidente dell’Associazione Motor Valley Development e CEO di Ducati, Claudio Domenicali, in sfilata su una Panigale V4 S tricolore, ha dato il via alla gara 

Modena, 04 luglio 2021 – Claudio Domenicali, su una Ducati Panigale V4 S tricolore, ha aperto “The Race of Made in Italy” all’Arena Motor Valley al Parco Novi Sad di Modena. Il presidente dell’Associazione Motor Valley Development e amministratore delegato di Ducati ha dato il via domenica alla corsa cronometrata nella giornata conclusiva del Motor Valley Fest, il festival diffuso della Motor Valley emiliano-romagnola. La Panigale V4 del Presidente Domenicali metteva in mostra una grafica speciale tricolore, che arricchiva anche le due auto Lamborghini, un tributo al “Made In Italy” realizzato dal designer Aldo Drudi, autore del manifesto ufficiale di Motor Valley Festival.

In “The Race of Made in Italy” hanno gareggiato i piloti Francesco “Pecco” Bagnaia (Team Ducati Lenovo MotoGP), Enea Bastianini (Avintia Esponsorma Racing MotoGP), Matteo Ferrari (E-Racing Gresini MotoE), Mattia Pasini (Pilota Moto2), Giacomo Altoé (Factory Driver Lamborghini), Sandy Mitchell (Factory Driver Lamborghini), Giovanni Venturini (Factory Driver Lamborghini) e Pier Luigi Moccia (pilota e ora in Lamborghini come collaudatore del reparto esperienza). Nella parata d’apertura, Domenicali ha preceduto i 4 piloti (Bagnaia, Bastianini, Ferrari, Pasini) a bordo di Ducati Panigale V4 S, 4 piloti Lamborghini a bordo di 2 Huracan Evo da strada e 2 Super Trofeo Evo. Una celebrazione dell’eccellenza del Made in Italy su due e quattro ruote.

Il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini e il sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli in visita alle mostre in città

In mattinata, il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli ha visitato le due mostre al MATA, in Via della Manifattura Tabacchi, curate da Vision Up per Motor Valley Fest: “Artigiani del terzo millennio: Maestri artigiani restauratori e carrozzieri di oggi e domani” e “Alessandro Rasponi, passioni di una vita tra arte e motori”. Mostre che ha potuto ammirare anche il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini che ha partecipato nella stessa mattinata anche al Concours d’élégance Trofeo Salvarola Terme. Riservata alle bellezze d’antan dei grandi marchi dell’automobilismo italiano, nel pomeriggio la sfilata ha attraversato la città.

«Motor Valley Fest - ha affermato il Presidente della Regione Emilia-Romagna - ancora una volta mette in mostra la straordinaria tradizione che questa terra vanta verso i motori, unita a una voglia di futuro che si traduce in ricerca, tecnologia e innovazione. Due facce della stessa medaglia che fanno dell'Emilia-Romagna la vera Motor Valley mondiale, un'eccellenza internazionale che questa Regione mette al servizio di tutto il Paese. Nonostante la drammatica pandemia dell'ultimo anno, questo comparto non si è mai fermato e ha continuato a lavorare, animato da una passione senza limiti: un valore aggiunto che in questi giorni abbiamo potuto respirare in tutti gli appuntamenti della manifestazione».

Fonte: Press Office Motor Valley

Ultima modifica il Lunedì, 05 Luglio 2021 17:19
Claudio Fargione

Imolese, vive da sempre a due passi dall’Autodromo e per questo da sempre gioca con le macchinine. Ingegnere meccanico per gli studi, ufficiale di gara per scelta, parla di tutto ciò che è automobilismo per passione. Si sente figlio della Motor Valley e la racconta per 1000 Cuori Rossoblu ma è di casa a Le Mans.