F1 - Gp Abu Dhabi: per Verstappen una pole di squadra Credits: Twitter - @ScuderiaFerrari

F1 - Gp Abu Dhabi: per Verstappen una pole di squadra

Scritto da  Dic 11, 2021

 

 

Ci troviamo per il terzo appuntamento della penisola arabica di questo mondiale e non si corre nella completa oscurità, e già questa notizia, ma la cosa più pazzesca è che domani, in una gara, si deciderà il titolo di campione del mondo per questo 2021. Una gara da dentro o fuori in cui chi arriva prima porterà a casa il titoloni ambito del Motor Sport.
 
Q1. Il duello a distanza tra Hamilton e Verstappen entra da subito nel vivo con i due distanziati di appena 56 millesimi dopo pochi minuti dallo start. Per strada arriva la bandiera rossa più rapida della storia di Formula 1 quando Mick Schumacher fa saltare un birillo a bordo pista, le qualificihe riprendono dopo un pcohi secondi: i direttori di gara devono probabilmente ancora smaltire la tensione di Gedda. Alla fine nessuna sorpresa tra gli ultimi cinque di sessione: Raikkonen, le due Haas e le Williams (un flop ormai certificato questa seconda parte di stagione per la squadra inglese).
 
Q2.A cinque minuti dalla fine davanti a tutti c’è un clamoroso Sainz sulle soft. A tre minuti rientrano tutti in pista, un folto gruppo di monoposto tenta il tutto per tutto: c’è chi deve guardarsi dal riuscire a qualificarsi alla prossima sessione come Gasly e chi invece deve realizzare il giro veloce per partire domani con le gomme giuste. Alla fine della sessione la conclusione che salta più all’occhio è che per oggi in Alpha Tauri si sono invertiti i ruoli: Gasly chiude inaspettatamente 12°, Tsunoda dall’altra parte si qualifica per la Q3 addirittura con la gomma gialla come Hamilton e Bottas. Verstappen e Perez centrano la qualifica con le gomme morbide e domani proveranno a dettare il ritmo nei giri iniziali.
 
Q3. La RedBull se la gioca di strategia sacrificando il primo tentativo di Perez, che abortisce il giro in corso d’opera, per lanciare al meglio Verstappen. L’olandese non spreca la scia e l’occasione e taglia il traguardo con lo straordinario tempo di 1.22.109 dando così mezzo secondo ad Hamilton nel rispettivo primo giro di lancio. Viene quindi annullato un tempo favoloso, stava valendo la seconda fila, a Tsunoda, mentre in terza posizione si qualifica all’ultimo secondo utile Lando Norris. Verstappen non viene più scalzato ma al suo fianco ovviamente partirà Hamilton. Bottas dalla quarta posizione potrebbe creare un diversivo nella partenza di domani mentre Bottas sesto al massimo potrà cercare di farsi valere su Perez. Per la Motor Valley, Sainz chiude quinto, Leclerc settimo seguito da Tsunoda.
Ultima modifica il Sabato, 26 Febbraio 2022 17:20
Michael Mucci

La vita è come un sentiero avvolto dalla nebbia: devi avere il coraggio di cercare e prendere delle deviazioni.

Appassionato di viaggi, fotografia e Bologna FC. Sogno nel cassetto: diventare un Fotoreporter.