Max Verstappen e Checo Perez sul podio di Imola Max Verstappen e Checo Perez sul podio di Imola Profilo Twitter Oracle Red Bull Racing

Formula 1 - Verstappen e Red Bull si prendono la scena ad Imola, giornata nera per la Ferrari

Scritto da  Apr 24, 2022

Il campione del mondo in carica fa la voce grossa nel week end del Gran Premio dell’Emilia-Romagna e del Made in Italy. Bottino pieno per l’olandese e la Red Bull con Perez che chiude una doppietta importantissima. Gara di casa amara per le rosse, bene la scuderai faentina che con Tsunoda si piazza settimo

Il Gran Premio di Imola parte sotto la pioggia in una domenica ventosa iniziata con il sole ma che con il tempo si è sempre più rannuvolata. Al via Leclerc parte male sul bagnato e perde due posizioni a favore di Perez e Norris che si mettono alle spalle di Verstappen partito bene dalla Pole. Subito uno due Red Bull che inizia come meglio si auspicava. Alla prima curva subito il primo disastro per Ferrari con Ricciardo che cerca di attaccare Sainz il quale si difende bene. L’australiano però insiste e tocca lo spagnolo che incolpevole si ritrova nella ghiaia e fuori dalla gara. Altro contatto nello stesso punto tra Alonso e Schumacher che costringe l’asturiano al ritiro. Leclerc intanto aumenta il passo e supera Norris per il terzo posto, poi a caccia dei due tori che scappano via con Verstappen che firma il giro veloce.

Le battaglie si infiammano soprattutto tra Russel e Magnussen che difende la sua quinta posizione. La pista inizia ad asciugarsi eccetto per le acque minerali e questo dà il via alle prime strategie. Il primo a rientrare è Ricciardo che monta gomma media e poi Vettel che esce sempre con la stessa mescola. Poco a poco rientrano tutti con le carte che iniziano a rimescolarsi. Rientra Perez e al giro successivo anche Leclerc con Verstappen. Il pit stop Ferrari è lento ma basta per stare davanti al messicano e rimettersi in seconda posizione. Checo attacca il monegasco e si prende la seconda piazza rimettendosi alle spalle del compagno di squadra.

Il pilota numero 11 della Red Bull scappa a suon di giri veloci e mette una distanza di sicurezza tra sé e Leclerc che sembra faticare di più con le slick. Al giro 33 superata la metà gara il DRS non ancora attivo non permette ancora di vedere battaglie in pista, ma per il direttore di pista a causa delle condizioni non si può ancora dare l’ok per l’ala mobile la quale viene attivata al giro 35.

Le posizioni di testa sembrano congelate con Max che è scappato via e Perez che ha due secondi su Leclerc. Mercedes assenti da ogni tipo di situazione con Russel che fa fatica ma prova a battagliare e Hamilton che sembra alle corde in un week end difficilissimo dove non ha mai trovato il feeling con la sua W13, come del resto da inizio stagione. Al giro 41 Verstappen si appresta a doppiare Hamilton, e si direbbe che al momento questa sia la fotografia dei reali valori in campo.

Al giro 50 la scuderia di Maranello richiama Leclerc ai box per montare la rossa e cercare il giro veloce. Ma un’altra sosta lenta lo mette dietro a Norris e perde la terza piazza. Cominciano così una serie di giri veloci del monegasco che prova a rimontare e si riprende subito la posizione persa in precedenza con il numero 4 della McLaren. Dopo poco arriva il secondo colpo di scena. Mentre tenta la rimonta Leclerc commette un errore e va a sbattere alla variante alta rovinando l’ala ma riesce a ripartire. Troppo aggressivo sul primo cordolo e primo errore della stagione. Rientra in ottava posizione e gara compromessa. Riesce comunque a rimontare fino alla sesta posizione.

Intanto le due Red Bull continuano la loro corsa indisturbate con Verstappen che si prende anche il giro veloce in un week end perfetto. Doppietta e punti importanti recuperati nei due mondiali considerando la debacle Ferrari. A podio anche Norris in un week end in cui la McLaren sembra essere migliorata rispetto alle prime tappe. Nella top ten a punti ci sono anche Russel, Bottas con una gara solida, Tsunoda, Vettel, Magnussen e Stroll.

Leclerc rimane comunque in testa al mondiale con 86 punti si avvicina Verstappen a 59 e Perez terzo a 54. Per i costruttori Ferrari rimane prima con 124, Red Bull si porta a 113 e Mercedes scende terza a 77 punti.

La prossima gara sarà la prima di maggio domenica 8 con un debutto. Si vola in America precisamente sulle strade di Miami.