Yuki Tsunoda e l'AlphaTauri protagonisti a Imola aspettano conferme a Miami Yuki Tsunoda e l'AlphaTauri protagonisti a Imola aspettano conferme a Miami Scuderia AlphaTauri Media

La Scuderia AlphaTauri verso il GP di Miami

Scritto da  Mag 05, 2022

Il GP di Miami è la grande novità del Mondiale di Formula 1 2022 e fa seguito ad un teatro storico come Imola. Dalla Motor Valley alla Florida, ecco come i piloti della Scuderia AlphaTauri vedono la gara che li aspetta a partire da domani con la disputa delle prime prove libere:

Pierre Gasly

«Guardando indietro a Imola, le prove libere del venerdì sono andate bene, ma poi non abbiamo fatto un ottimo lavoro di gestione delle gomme sulla pista asciutta in qualifica, quindi siamo finiti nelle retrovie. Da quel momento in poi siamo rimasti indietro e poi c'è stata la collisione nella Sprint che ha significato ricominciare da dietro domenica. In gara, ero in zona DRS in un trenino con Lewis dietro di me e una Williams davanti, quindi è stato un po' fastidioso. Devo ammettere che non ho mai avuto molta fortuna nelle gare Sprint e sono stato spesso coinvolto in alcune situazioni sfortunate. Non potevamo sorpassare e basta. Abbiamo avuto degli aggiornamenti, ma è stato difficile valutarli a causa delle condizioni in pista, quindi non vedo l'ora di andare a Miami per avere un weekend normale con tre sessioni di prove libere, che ci permetteranno di fare davvero dei test e trarre alcune conclusioni. Tra i lati positivi, era chiaro che la macchina funzionava bene, come ha dimostrato Yuki con un buon risultato. C'è chiaramente del potenziale nella macchina e possiamo aspettarci di fare delle belle gare. Ma ciò non accadrà a meno che non avremo un fine settimana pulito, con una buona qualifica e una partenza il più vicino possibile alla testa della griglia. Dipende anche dal tipo di pista e se sarà importante qualificarsi bene a Miami, penso che lì dovrebbe essere possibile sorpassare. Ma ci sono alcune gare in arrivo come Spagna e Monaco dove le qualifiche hanno un'importanza di gran lunga maggiore e avere un buon sabato è la chiave. Ho provato Miami con il simulatore. Penso di aver fatto circa 130 giri e sembra che possa essere una pista davvero divertente con curve ad alta velocità e alcuni tratti molto lenti e tecnici con lunghi rettilinei, quindi penso che potrebbe essere una grande gara. Mi piace il lato divertente delle corse negli Stati Uniti, poiché gli organizzatori cercano sempre di fare qualcosa di speciale in termini di intrattenimento per rendere felice il pubblico. Trascorro un bel po' di tempo negli Stati Uniti e provo a praticare alcuni dei loro sport popolari, come l'NBA, la NFL e l'hockey. Ogni volta che vado, sono stupito di come creino un'energia speciale, un'atmosfera incredibile. Penso stiano pianificando qualcosa del genere per Miami, per renderla un evento straordinario. La mia speranza principale è che possiamo continuare a fare punti in ogni gara e, dal mio punto di vista, riprendere il buon ritmo delle prime tre gare e dimenticare il weekend di Imola».

Gasly a Imola. Dopo una gara negativa in Romagna, Pierre cerca riscatto a Miami (Scuderia AlphaTauri Media)

Yuki Tsunoda

«E' stato un weekend complessivamente difficile a Imola, anche se sono rimasto molto soddisfatto del risultato finale della mia gara. Le qualifiche non sono andate bene e, anche se c'era del potenziale, non siamo riusciti a mettere tutto insieme. Quindi non è stato un inizio ideale, ma sono riuscito a recuperare quattro posizioni nella Sprint, il che è stato positivo. Domenica ho guadagnato di nuovo posizioni nel primo giro godendo di alcune belle battaglie e ho segnato punti per il settimo posto, il che significa che la squadra è una delle sole tre ad aver mosso la classifica in tutte e quattro le gare finora disputate. Direi che è stata una delle migliori corse della mia carriera in F1 finora. Miami è un circuito nuovo, ma avremo tre sessioni di prove libere complete per impararlo. Ho provato la pista al simulatore e i primi due settori sono abbastanza veloci con qualche curva a media e alta velocità. Il settore 3 è quello che chiamo un "settore da Formula E" con molte curve strette. Penso che nel complesso sembri una pista piuttosto interessante da guidare. Ritengo che sarà divertente, anche se i sorpassi potrebbero essere difficili, quindi dobbiamo qualificarci bene. Se potessimo avere un ritmo da long run simile o migliore rispetto a quello di Imola, sarebbe perfetto. Le sessioni di prove libere saranno molto importanti per tutti in quanto la pista è nuova di zecca, quindi la raccolta dei dati sarà la cosa più importante venerdì. Le gare in America hanno sempre molto contorno, poiché a loro piace avere un grande spettacolo collegato a tutti gli sport principali. Penso che sia divertente, ma mi concentrerò solo sul mio lavoro. Ho avuto la possibilità di divertirmi un po' prima di quello che sembra essere un weekend impegnativo, dato che sono andato presto a New York per assistere a un incontro di boxe che è stata un'esperienza nuova. È stata la mia prima visita in assoluto a New York City e mi sono divertito moltissimo».

Fonte: Scuderia AlphaTauri Media

Il nuovo circuito di Miami nella simulazione proposta da "F1 2022" il videogioco ufficiale del mondiale (F1® Games From Codemasters su YouTube)

 

Ultima modifica il Giovedì, 05 Maggio 2022 11:36
Claudio Fargione

Imolese, vive da sempre a due passi dall’Autodromo e per questo da sempre gioca con le macchinine. Ingegnere meccanico per gli studi, ufficiale di gara per scelta, parla di tutto ciò che è automobilismo per passione. Si sente figlio della Motor Valley e la racconta per 1000 Cuori Rossoblu ma è di casa a Le Mans.