Enea Bastianini festante sul podio di Le Mans Enea Bastianini festante sul podio di Le Mans gresiniracing.com

MotoGP - A Le Mans Bastianini più forte delle difficoltà! Miller secondo, fuori Bagnaia

Scritto da  Mag 15, 2022

Enea Bastianini torna a vincere e lo fa per la terza volta in questa stagione grazie ad una prestazione incredibile sul tracciato di Le Mans in Francia. Un trionfo che lo stesso diretto interessato ha definito “inatteso” perché arriva in un fine settimana caratterizzato dalle buone prestazioni del venerdì, ma anche da tre cadute e un problema tecnico al sabato. La vittoria è in pieno stile “bastard”: partenza fulminante, passo martellante (1.32 basso) e seconda parte di gara all’attacco con tanto di sfida ad entrambi i piloti ufficiali. Prima Jack Miller e poi Francesco Bagnaia sono costretti ad arrendersi al numero 23 che torna prepotentemente nella lotta per il titolo 2022. 

Da parte sua, l'australiano Miller ha conquistato il suo secondo podio stagionale. Partito con il secondo tempo, il pilota australiano è stato protagonista di una partenza fulminea che gli ha permesso di guadagnare il comando della gara seguito da Pecco Bagnaia e da Bastianini. Bagnaia, partito dalla pole position, ha però passato il compagno di squadra al quarto giro ed è stato in testa al GP fino al ventesimo passaggio, quando è stato superato da Bastianini, che aveva a sua volta passato Miller dieci giri prima. Purtroppo subito dopo Bagnaia è incappato in una scivolata alla curva 13 che ha posto fine alla sua gara. Arrivano anche i primi punti di Fabio Di Giannantonio, tredicesimo oggi al termine di un’ottima gara. Il rookie romano potrà finalmente costruire la sua stagione sulla prima vera prova da protagonista.

Il Gran Premio di Francia è terminato quindi con due Ducati sul podio, con Bastianini primo e Miller secondo. Con la vittoria transalpina Enea è ad appena otto lunghezze dal leader Quartararo e consolida la terza posizione in classifica. Punti che portano anche il Team Gresini MotoGP in testa alla classifica “indipendenti” e Ducati ad essere davanti nel titolo costruttori, con 54 punti di vantaggio sulla Yamaha seconda. Jack Miller è salito invece in quinta posizione in classifica generale a 40 punti dalla testa, mentre Bagnaia rimane settimo a meno sei dal compagno di squadra. Il Ducati Lenovo Team è ora quarto nella classifica riservata alle squadre. 

Enea Bastianini (#23 Gresini Racing) - 1°

“Sono sorpreso di questo risultato, ma dimostra il grande lavoro di tutta la squadra. È stato un fine settimana tutt’altro che semplice, ho fatto lavorare i miei meccanici al massimo, ma abbiamo dato tutto in pista e questa vittoria è davvero di tutti noi. Siamo stati bravi a trovare il momento per attaccare e abbiamo trovato un’altra vittoria fondamentale. Anche i team satelliti possono dire la loro in questo campionato, noi continuiamo così e ora testa bassa per il Mugello”.

Jack Miller (#43 Ducati Lenovo Team) – 2°

 

“Con la gomma morbida sapevo che sarei dovuto restare calmo e ho cercato di non spingere troppo all’inizio. Dopo dieci giri ho iniziato a soffrire un po’, ma verso metà gara ho capito come guidare la moto in modo da gestire il problema. Sono riuscito a riavvicinarmi a Pecco ed Enea, ma loro avevano un passo superiore al mio. Sarebbe stato bello avere tre Ducati sul podio oggi, ma purtroppo Pecco è caduto. Sono contento di questo secondo posto, perché che ci ha permesso di guadagnare molte posizioni in classifica, perciò ora sarà importante continuare così per provare ad accorciare ulteriormente le distanze in campionato!”

Fabio Di Giannantonio (#49 Gresini Racing) - 13°

“Finalmente una gara vera. Abbiamo lottato dall’inizio alla fine e ora siamo consapevoli di poter lottare in MotoGP. Peccato perché ho avuto un problemino al braccio destro e non ho avuto la forza per correre al 100% tutta la gara. Però abbiamo corso bene, superato vari piloti e torno in Italia soddisfatto”.

Francesco Bagnaia (#63 Ducati Lenovo Team) – Ritirato

 

“Oggi è stato tutto perfetto, fino al momento della caduta! Dopo essere andato largo alla curva 8 e aver perso terreno rispetto a Bastianini, non ho pensato ad andare a riprenderlo subito, perché sapevo di essere veloce, però alla curva 13 ho commesso un errore e sono caduto. Oggi perdiamo 20 punti importanti per la classifica e diventa più difficile recuperare, anche se il campionato è ancora lungo: non possiamo però permetterci di commettere altri errori nelle prossime gare”.

Fonte: Comunicati Stampa Ducati e Gresini Racing

Yuri Barbieri

Imolese, cresciuto avendo negli occhi l'orizzonte della Torre dell'Autodromo di Imola e nelle orecchie il rombo dei motori. Pianse per l'emozione varcando per la prima volta i cancelli dell'Autodromo indossando la divisa da ufficiale di gara, attualmente cerca di trasmettere la propria passione per il motorsport scrivendo per 1000 Cuori Motorvalley e collaborando ai contenuti web di Lamborghini Squadra Corse.