Nessun punto nella gara di casa per Pierre Gasly e l'AlphaTauri, chiamati alla riscossa in Ungheria Nessun punto nella gara di casa per Pierre Gasly e l'AlphaTauri, chiamati alla riscossa in Ungheria Red Bull Content Pool - Copyright to the owners

Scuderia AlphaTauri: a Budapest in cerca di riscossa

Scritto da  Lug 27, 2022

Al termine di un’altra gara senza punti a Le Castellet, la Scuderia AlphaTauri riparte dalla Motor Valley intenzionata a riscattarsi. Ecco cosa si aspetta la coppia di piloti della squadra faentina alla vigilia di Budapest:

Pierre Gasly

«Guardando gli aspetti positivi del weekend del Ricard, ho apprezzato l'interazione con tutti i miei fan e il supporto del pubblico francese. Per quanto riguarda la nostra azione in pista, venerdì i nuovi aggiornamenti hanno offerto una buona prestazione, ma sabato o domenica non siamo riusciti a trarne il massimo e alla fine abbiamo lasciato la Francia senza punti. Abbiamo bisogno di un po' più di tempo per valutare il nuovo pacchetto, ma ovviamente c'è un limite a quanto possiamo fare in pochi giorni. So che i nostri ingegneri esamineranno tutti i dati in modo da poter provare altre cose nelle prove libere del venerdì all'Hungaroring, che sarà un altro weekend caldo. In genere ho fatto bene in Ungheria, è sempre stato positivo per me e sono arrivato sesto, sesto e quinto nelle ultime tre gare che abbiamo disputato lì. L'anno scorso ho anche segnato il giro più veloce. Mi piace molto il layout, è molto tortuoso e tecnico da guidare con pochissimi rettilinei. È unico nel suo genere e puoi davvero entrare in un ritmo. In termini di divertimento alla guida, l'Hungaroring è uno dei miei preferiti. Come sempre qui sarà molto importante qualificarsi bene, poiché i sorpassi sono tradizionalmente molto difficili. Con la pausa estiva in arrivo dopo questa gara, sarebbe bello andare in vacanza con un buon risultato alle spalle, non solo per me ma per tutta la squadra. Hai bisogno di un sacco di carico aerodinamico su questa pista, livelli simili a Monaco e questo fa parte di ciò che gli aggiornamenti dovrebbero offrire. Spingeremo il più possibile per essere dove pensiamo che dovremmo essere in termini di prestazioni. C'è un'atmosfera fantastica all'Hungaroring. C'è sempre una folla molto numerosa e quando torniamo in città la sera i fan ci aspettano al nostro hotel e sono molto entusiasti del Gran Premio. Sarà interessante vedere che tipo di spettacolo daremo con queste nuove auto su questa pista stretta. Spero che possiamo fare bene».

Yuki Tsunoda

«Il fine settimana francese è stato importante per il team poiché abbiamo introdotto un grande aggiornamento, mirato principalmente a produrre più carico aerodinamico. Ci sono stati chiari segnali di miglioramento nelle prove libere del venerdì e sono stato contento della mia prestazione in qualifica, entrare in Q3 mi è sembrato un progresso. Ma la mia gara è stata rovinata quando Ocon mi ha colpito e anche se ho cercato di continuare, alla fine il danno è stato troppo grave e ho dovuto ritirarmi. Significava anche che era difficile valutare le modifiche all'auto su una distanza di gara. È un grande contrasto passare da un circuito veloce come Ricard all'Hungaroring, che è molto più lento e tortuoso, e questo fine settimana potremmo avere un'idea migliore di cosa portano gli aggiornamenti poiché aumenteremo la nostra conoscenza sul lor funzionamento. L'anno scorso in questa gara ho avuto un po' di fortuna, perché nonostante mi fossi qualificato solo 16° dopo una sessione difficile, la domenica, con gli incidenti del primo giro, mi sono classificato sesto. L'Hungaroring è una pista divertente da guidare, perché ti muovi a ritmo in tutte le curve senza tempo per rilassarti in assenza di veri e propri lunghi rettilinei, ma può essere un po' frustrante in gara. Se rimani bloccato dietro un'altra macchina è sempre stato difficile sorpassare. Non vedo l'ora di vedere se quest'anno la situazione è migliorata con queste nuove vetture, poiché finora abbiamo visto che è generalmente più facile sorpassare rispetto a prima. Quindi una buona qualifica sarà ancora molto importante. Voglio fare bene, perché segnare punti poco prima rende la pausa estiva più piacevole».

Fonte: Media Scuderia AlphaTauri

 

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 27 Luglio 2022 12:21
Claudio Fargione

Imolese, vive da sempre a due passi dall’Autodromo e per questo da sempre gioca con le macchinine. Ingegnere meccanico per gli studi, ufficiale di gara per scelta, parla di tutto ciò che è automobilismo per passione. Si sente figlio della Motor Valley e la racconta per 1000 Cuori Rossoblu ma è di casa a Le Mans.