Lady B: il punto sulla serie cadetta – 12 Dic.

Scritto da  Dic 13, 2016

Ben ritrovati cari lettori con la diciottesima giornata della Serie B, inaugurata da un pareggio a reti inviolate tra Pisa e Bari, seguito il giorno dopo da un altro pareggio per 2 a 2 fra Ascoli e Latina: primo tempo senza sussulti, se non per l’espulsione di Coppolaro per fallo da ultimo uomo su Gatto, penalty per i bianconeri fallito clamorosamente da Cacia che spara alle stelle. Ad inizio ripresa l’Ascoli trova il vantaggio con Orsolini al 49°, che si porta a spasso i difensori al limite dell’area e poi con un sinistro preciso siglia l’uno a zero. Raddoppia al 55° Gatto con un tocco sotto porta e la partita sembra in discesa per gli uomini di Aglietti, forti anche del fatto di giocare in casa, ma non hanno considerato un Latina affamato di punti che si rifà sotto prepotentemente con il goal di Scaglia su punizione al 73°, trovando infine un ormai insperato pareggio all’ultimo respiro sempre con il numero 8 pontino.

Sconfitta pesante per il Cittadella, che cade al Manuzzi sotto i colpi del Cesena per 3 a 0. Primo tempo avaro di emozioni, all’inizio della seconda frazione di gara subito in vantaggio i romagnoli grazie a Ciano, che anticipa il difensore e si invola verso la porta indisturbato, trovandosi a tu per tu con Alfonso e freddandolo con un mancino preciso. Il raddoppio per i padroni di casa arriva al 60° con Garritano, che si accentra da destra e dal limite dell’area esplode un diagonale con il sinistro imprendibile per l’estremo difensore avversario. Dopo il secondo goal dei bianconeri il Cittadella si sveglia e comincia a sfornare occasioni da goal una dietro l’altra senza però mai andare a segno, così al 91° Djuric ne approfitta e su un cross basso gira splendidamente a rete, firmando così il tris dei romagnoli sugli ospiti.

Buona prova della Salernitana che si presenta al Matusa con una posizione di classifica precaria, per sfidare un Frosinone in serie positiva da dieci partite e vince 3 a 1, issandosi in un più tranquillo 13° posto. Granata in vantaggio già al 13° con un bel colpo di testa di Rosina su assist di Vitale dalla sinistra, prima del pareggio dei ciociari con Soddimo dieci minuti più tardi direttamente da calcio d’angolo, complice anche la deviazione di un difensore. Al 68° Coda riporta in vantaggio i campani con un tiro di esterno destro al volo, realizzando una doppietta personale all’84° quando ruba palla ad un difensore e trova una prateria di fronte a sé, arriva di fronte a Bardi e segna con il piattone destro il goal che chiude la gara.

In un freddo sabato pomeriggio di Dicembre la Spal scalda il cuore dei suoi tifosi vincendo 2 a 1 sullo Spezia ed issandosi alla seconda piazza della classifica, valida per la promozione diretta in Serie A. Partita che però non inizia nel migliore dei modi per i padroni di casa che al 3° minuto subiscono il goal di Piccolo con un buon colpo di testa da distanza ravvicinata. Passano i minuti e la squadra di mister Semplici cresce di intensità fino a trovare la rete del pareggio con Mora al 36°, che spizza la palla di testa sulla punizione di Beghetto e la rete del vantaggio al 68°, grazie al piattone sotto misura di Antenucci dopo la battuta a rete di Zigoni.

Pareggio interno per l’Entella contro il Trapani, 2 a 2 il risultato finale e siciliani sempre più ultimi con 12 punti e staccati di 7 dalla zona playout, mentre per i liguri un dato particolare: questo è il terzo pareggio consecutivo, un trend non molto positivo viste le ambizioni della squadra di Breda. Partono forte gli ospiti che passano al 9° con Coronado, mantenendo il risultato per gran parte della gara prima del pareggio di Masucci al 78° e del vantaggio dei biancazzurri al 92°. La vittoria sembra già cosa certa per l’Entella, quando Citro sfodera il classico coniglio dal cilindro in zona Cesarini, evitando così la sconfitta alla sua squadra.

 

Appunti sparsi sugli altri match di giornata: il Vicenza ferma in casa il Verona vincendo per 1 a 0 grazie al goal di Galano al 69°, l’Avellino pareggia con il Benevento per 1 a 1 (Verde per gli irpini al 7°, Cissè all’82° per i giallorossi), il Carpi rimedia il medesimo risultato contro la Ternana (Palumbo al 45° per i rossoverdi, Lasagna al 51° per i biancorossi), il Perugia vince 1 a 0 contro la Pro Vercelli (goal di Guberti al 49°) e nel posticipo il Brescia pareggia 0 a 0 con il Novara.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..