A Gennaio si decidono novità per i Mondiali - 15 dic

Scritto da  Dic 15, 2016

Il 9 e 10 Gennaio prossimi, si terrà il Consiglio della FIFA che dovrà decidere sulle novità dei Mondiali, che il nuovo Presidente Gianni Infantino ha già anticipato l'8 Dicembre ad un summit a Singapore. Le idee base sono un torneo più lungo e più "combattuto".

La proposta del Presidente entrerebbe in vigore dal Mondiale 2026, e prevederebbe un Mondiale ad 80 squadre, con 16 gironi da 3 squadre l'una. Le partite dei gruppi si disputerebbero nei primi 12 giorni della competizione, e poi si andrebbe alla fase ad eliminazione diretta dai sedicesimi di finale in poi. Altro punto di grande discontinuità sarebbe l'abolizione del pareggio: al termine dei 90 minuti, se nessuna formazione è in vantaggio, si andrebbe direttamente ai rigori, in modo da minimizzare la possibilità di fare "biscotti".

L'aumento di squadre, non creerebbero altre partite da disputarsi per le singole nazionali, secondo il Presidente FIFA, grazie alla differente formula dei gironi infatti, le due formazioni che arrivano in finale giocherebbero comunque sette partite e comunque i 12 stadi utilizzati con la formula attuale basterebbero anche per la nuova proposta.

Infantino quindi punta su questo: praticamente nessun appesantimento per le nazionali coinvolte in termini di tempi e partite, ma un vantaggio per il marketing (più partite giocate in totale) e più nazioni coinvolte (16 in più). L'Africa guadagnerebbe parecchi nuovi posti ed anche l'Europa avrebbe 3 posti in più di quelli attuali. A Gennaio sapremo la direzione che vorrà prendere la FIFA per i Mondiali futuri.

 

Simone Zanetti

Appassionato di Bologna ed Archeologia, oltre a tifare Bologna FC e Fortitudo Baseball, tifa (inspiegabilmente) per il Cruz Azul.