Lady B: il punto sulla serie cadetta – 20 Dic.

Scritto da  Dic 20, 2016

Giornata calcistica dal profumo natalizio questo 18° turno della Serie B, iniziato dalla goleada del Frosinone ai danni del Trapani venerdì sera, il quale nonostante un cambio di guida tecnica continua ad imbarcare acqua a bordo in alto mare, un 4 a 1 da parte degli uomini di Marino che affonda ancora una volta i siciliani all’ultima piazza della classifica. Partono fortissimo i ciociari che già al 10° sbloccano la gara con Dionisi, che scarica un mancino micidiale per Guerrieri dopo un appoggio di testa di Ciofani lesto ad approfittare di un errato disimpegno difensivo. La seconda frazione comincia in maniera esplosiva con il pareggio immediato del Trapani al 46° con Coronado, bravo a raccogliere l’invito di Citro e a trafiggere Zappino con un tiro preciso nell’angolino basso a sinistra. La gioia per il pareggio dura poco ed al 54° Daniel Ciofani riporta in vantaggio i suoi con una ribattuta sottomisura dopo un pasticcio difensivo. Al 57° i gialloblu i ciociari calano il tris con Matteo Ciofani, complice anche una papera colossale dell’estremo difensore siciliano, colpendo di testa indisturbato prima del poker firmato Kragl che chiude la gara, grazie ad un mancino esplosivo che coglie impreparato sul suo palo Guerrieri.

I match del sabato sono stati otto, inaugurati dalla vittoria del Bari (terzo risultato utile consecutivo) per 2 a 1 sull’Avellino: sblocca il match l’evergreen Castaldo al 46° incornando un cross teso dalla sinistra di Verde, prima della doppietta di Fedele per i galletti, il primo goal segnato al 51° con una legnata dai trenta metri ed il secondo al 79° sugli sviluppi di un corner, scaricando un destro potente dal limite dell’area direttamente in fondo al sacco.

Vittoria rotonda per il Novara sul Cesena, un 3 a 1 che non lascia spazio a dubbi sulla formazione più forte tra le due: vantaggio biancazzurro già al 21° con Sansone, che addomestica elegantemente un’ottima sponda di Galabinov ed accarezza col mancino la palla spedendola in rete con un tiro a giro. Il raddoppio arriva al 39° quando Agazzi sbaglia l’uscita in presa alta, permettendo a Scognamiglio di insaccare di testa a porta sguarnita, prima del tris firmato Calderoni al 41° su assist di Galabinov, con un preciso mancino da fuori area. Il Novara nella seconda frazione di gara entra in controllo, forte del 3 a 0 conquistato nei primi quarantacinque minuti, subendo però il goal della bandiera all’81° da parte di Garritano, grazie ad un delicato pallonetto che supera di misura Da Costa.

Stesso risultato per la Pro Vercelli che tarpa momentaneamente le ali ad una Spal dalle grandi ambizioni, nel penultimo match prima di Natale: accade tutto nel secondo tempo a partire dal 55°, quando Emmanuello porta in vantaggio i piemontesi grazie ad una punizione dal limite, raddoppia Morra al 64° con un buon destro al volo da centro area, prima del tris di Palazzi al 72° che approfitta di una respinta corta del portiere, avventandosi rapacemente sul pallone ed insaccandolo. Il goal degli ospiti porta la firma di Kevin Bonifazi all’84°.

Vittoria importante all’Arechi per il Carpi di Castori ai danni della Salernitana, 2 a 1 per i biancorossi il risultato finale: Di Gaudio sblocca la gara al 52°con una conclusione su respinta del portiere e Rosina pareggia al 64° grazie anche ad una deviazione della difesa ospite, prima del goal del definitivo 2 a 1 finale in zona Cesarini di Bifulco, in spaccata sul secondo palo sul corner di Letizia.

Torna alla vittoria anche lo Spezia che sorpassa di misura il Perugia per 2 a 1 al Picco: vantaggio ospite al 13° con di Carmine con una gran girata di destro spalle alla porta, prima che si scateni l’uragano Pablo Granoche: colpisce al 57° da distanza ravvicinata per il pareggio su assist di Piu, raddoppia di testa al 72° imbeccato ottimamente da Migliore.

La Ternana perde uno scontro diretto per 2 a 1 contro il Vicenza fra le mura amiche, con i veneti che vanno in vantaggio al 22° con Giacomelli che si accentra dalla sinistra, manda al bar il difensore e consegna un pacco con Amazon Prime direttamente nella porta di Aresti con un delizioso destro a giro. Per il pareggio dei rossoverdi dobbiamo attendere fino al 50° con la splendida imbucata di Petriccione, che beffa tutta la retroguardia biancorossa ed insacca sull’uscita di Benussi. Sembra cosa fatta il pareggio ma gli ospiti non ci stanno e Pucino dal dischetto all’88° regala i tre punti alla sua squadra, che grazie a questa vittoria si allontana sempre di più dalla zona retrocessione.

Gli altri risultati di giornata vedono il pareggio per 1 a 1 tra Latina e Brescia (Bisoli al 70°; Boakye all’83° su rigore), la vittoria del Cittadella per 1 a 0 sul Pisa (Salvi al 47°) che li mantiene a -6 dalla vetta, il pareggio a reti inviolate tra Benevento ed Ascoli della domenica ed il posticipo del lunedì fra Verona e Virtus Entella, vinto di misura per 1 a 0 dagli scaligeri grazie a Pisano che è andato a segno al 72°, riportando la squadra di Pecchia in cima alla classifica.

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..